Rintraccia i ladri grazie all’iPhone: malviventi incastrati dal controllo remoto

+ 25
+ 20


alt
alt
Capita talvolta che anche i ladri di manufatti tecnologici rimangano inchiodati dalla stesse caratteristiche Hi-Tech dei prodotti oggetto dei loro desideri. Ed è quello che è successo ai malviventi che venerdì mattina, presso l’area di Servizio Somaglia sulla A1, hanno provato a derubare un agente di commercio cremonese 49enne.
Pochi minuti di sosta nel parcheggio, giusto il tempo per l’uomo di parcheggiare l’auto ed entrare per una consumazione, ed al suo ritorno il Macbook e l’iPad contenuti in una borsa sul sedile anteriore erano spariti assieme all’auto parcheggiata a fianco della sua. Normale sentirsi sconvolti in una simile situazione, soprattutto quando a sparire non sono solamente migliaia di euro ma anche dati personali, materiale di lavoro, ecc. Ma, proprio mentre gli agenti della polstrada di Guardamiglio raccoglievano gli elelementi, al 49enne è venuto in mente che sull’iPhone aveva attivato il controllo ‘Trova il mio iPhone’. Si tratta di una applicazione di Apple in grado di rintracciare velocemente il prodotto in caso di smarrimento e di fungere quindi anche da antifurto, come è accaduto nel caso della vittima in questione. Attivata la mappa sul telefonino, il 49enne, grazie al controllo remoto, ha potuto seguire i movimenti dei ladri lungo l’autostrada, sino ad un albergo di Locate Triulzi, nei pressi di Milano, dove i malviventi, pensandosi ormai al sicuro, sono invece finiti in manette e la refurtiva recuperata.


di Michele Scolari



Segnala questo articolo su