Serie A: Chievo-Udinese 0-0. Juve in fuga

+ 33
+ 25


VERONA – Ai punti avrebbe vinto il Chievo, ma la squadra veneta ha sprecato troppo, graziando un'Udinese davvero modesta e scesa in campo con la morte nel cuore per la scomparsa di Morosini. E' finita 0-0: un punto che vuol dire salvezza per il Chievo e che mantiene i friulani in corsa per un posto in Europa. Il primo tempo è una sinfonia del Chievo, che dimostra di star meglio fisicamente e già al 4' Bradley coglie il palo con un gran tiro dopo una veloce triangolazione. La partita è vivace e giocata senza tatticismi, anche se l'Udinese ha poco peso offensivo, con Di Natale lasciato in balia della difesa veronese. Il Chievo ci crede e al 36' Paloschi calcia malamente da ottima posizione e subito dopo grande azione personale di Cruzado, che si beve tre avversari e calcia a colpo sicuro, ma Handanovic devia da campione in angolo. L'Udinese è alle corde e al 42' ancora Bradley ruba palla a centrocampo, lancia nello spazio Thereau, che viene atterrato da Handanovic, uscito alla disperata sull'attaccante: rigore. Lo stesso francese si presenta sul dischetto (Pellissier è squalificato), ma il portiere sloveno conferma la sua fama di para rigori e devia sulla sua destra. Un pari che strettissimo a un Chievo che gioca senza pressioni di classifica e diverte i propri tifosi.

Stesso copione nella riprese, con i gialloblu alla ricerca della vittoria e Udinese in affanno anche nell'impostare l'azione. Guidolin corre ai ripari, togliendo l'evanescente Barreto per inserire Floro Flores. Ma nel calcio la beffa è sempre dietro l'angolo. Al 20' Dainelli è superficiale nel disimpegno e cede palla a Di Natale, che da ottima posizione mette a lato. Al Chievo è andata di lusso, ma lo spavento dà coraggio ai friulani, che poco dopo sfiorano ancora il gol con il solito di Natale, il cui tiro al volo è parato da Sorrentino. La gara è più equilibrata, anche perché è veneti calano sensibilmente dopo aver spinto con grande intensità. L'Udinese ci prova, ma senza la necessaria lucidità, mentre la squadra di Di Carlo arretra a protezione del pareggio.
Nell'altro anticipo il Parma ha travolto il Cagliari (3-0). In gol Giovinco, Floccari e Okaka, gli ultimi due su rigore. Nei posticipi, invece, il Catania ha battuto l'Atalanta, mentre il Napoli ha superato il Novara. Domenica, invece, la Juve ha travolto la Roma (4-0), mentre il Milan ha confermato i suoi problemi pareggiando con il Bologna.


CHIEVO-UDINESE 0-0

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Frey, Dainelli, Acerbi, Dramé; Luciano (23' st Sammarco), Rigoni, Bradley; Cruzado (35' st Cesar) , Thereau; Paloschi (43' st Grandolfo). A disposizione: Puggioni, Andreolli, Hetemaj, Vacek. All.: Di Carlo

UDINESE (3-5-1-1): Handanovic; Benatia, Danilo, Coda (40' Ekstrand); Basta (35' st Abdi), Fernandes, Pazienza, Asamoah, Armero; Barreto (12' st Floro Flores); Di Natale. A disposizione: Padelli, Pasquale, Pereyra, Torje. All.: Guidolin.

ARBITRO: Peruzzo di Schio.

dal nostro inviato Fabio Varesi


CLASSIFICA: Juventus 71; Milan 68; Lazio 55; Udinese 52; Napoli 51; Roma 50; Inter 49; Catania 46; Chievo 43; Siena 42; Palermo, Bologna, Parma 41; Atalanta (-6) 40; Fiorentina, Cagliari 38; Genoa 36; Lecce 35; Novara 25; Cesena 22.

Segnala questo articolo su