“La magia di Antonio Vivaldi” venerdì al Festival Monteverdi

+ 26
+ 27


Come di consueto, anche quest’anno, prende il via il Festival di Cremona Claudio Monteverdi. La musicaspettacolo in epoca barocca è una sorta di “fil-rouge” che accompagna una parte considerevole degli appuntamenti inseriti nel cartellone 2012 della rassegna giunta quest’anno alla XXIX edizione. Il programma prevede anche alcuni appuntamenti, di rilevante interesse, con la musica strumentale. Il primo spettacolo, previsto per venerdì 27 aprile alle ore 21 sul palcoscenico del Teatro Ponchielli, ne costituisce proprio un’inconsueta inaugurazione. La serata è intitolata “La magia di Antonio Vivaldi – Concerti per fagotto e altri strumenti”. Gran parte dei concerti di Vivaldi sono scritti per violino e archi, spesso accompagnati da titoli che ne rivelano il clima espressivo (Il Capriccioso, I demoni, Il Piacere, La Notte…).

Tuttavia brani solistici sono dedicati anche ad altri strumenti, come il liuto, il violoncello e, in particolare, il fagotto. Resta un mistero il motivo per cui il compositore abbia tanto prediletto questo strumento, dedicandogli ben 39 concerti, scritti tutti nell’età più matura, ineguagliabili per varietà ritmica, audacia formale ed attenzione al dettaglio. Nella categoria dei cosiddetti doppi concerti spiccano quelli che associano, al fagotto, il violino o il violoncello. Protagonisti della serata d’esordio sono gli straordinari solisti dell’orchestra L’Aura Soave ai quali, per l’occasione, si associa il fagottista Sergio Azzolini. Questo sodalizio non è cosa nuova, ha già infatti prodotto anche fortunate incisioni discografiche. Grande suono, magistrale tecnica e debordante personalità, Sergio Azzolini, vincitore di prestigiosi concorsi, collabora regolarmente con i Sonatori della Gioiosa Marca, La Stravaganza Köln e con l’Ensemble Baroque di Limoges. Ha insegnato il fagotto all’Ateneo di Musica di Stoccarda e, dal 1998, è professore di fagotto e musica da camera a Basilea. Al concerto è inoltre prevista la partecipazione anche di altri importanti solisti: il violinista Nicholas Robinson, il violoncellista Francesco Galligioni e il liutista Diego Cantalupi.

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su