Pd: «Quale sicurezza per la Tamoil?»

+ 24
+ 26


alt
Si torna a parlare di Tamoil. Lo fa il Pd, con un’interrogazione presentata oggi in consiglio comunale, in cui chiede alla Giunta ragguagli sulla sicurezza del sito.

«Chiediamo di avere un quadro della situazione all’interno della raffineria, in particolar modo riguardo la dismissione degli impianti  e l’occupazione dello spazio destinato al deposito» spiegano le consigliere comunali Alessia Manfredini e Caterina Ruggeri. «Ma soprattutto vogliamo sapere quale sia la situazione dal punto di vista della sicurezza dell’impianto e qual è l’esito delle verifiche disposte dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza».

Gli interrogativi nascono dalla notizia, circolata nelle scorse settimane, che il servizio di sorveglianza non è più garantito 24 ore su 24 dalle guardie giurate competenti, ma che tale sicurezza viene attuata solo con l’utilizzo di telecamere e a periodici passaggi oltre che dal personale interno. «A questo vorremmo sapere se il personale che di volta in volta viene coinvolto nell’attività di sorveglianza è formato e preparato e con quale professionalità e quali titoli inerenti la sicurezza» concludono le consigliere.

 di Laura Bosio

Segnala questo articolo su