Calcioscommesse, sentenze dopo gli spareggi. Palazzi: "Sconti per chi collabora"

+ 27
+ 19


alt
Nei giorni scorsi la prima ondata di deferimenti della procura federale ha colpito 22 società e 61 tesserati. Ora il destino del campionato di serie B e di Lega Pro si intreccerà inevitabilmente con i processi sportivi. Il primo grado davanti alla Comissione Disciplinare è atteso nel bel mezzo dei playoff e dei playout delle due categorie, tra il 28 maggio e il 4 giugno. Le sentenze arriveranno dopo che saranno giocati gli spareggi, accorgimento preso per evitare pasticci dell’ultim’ora. Con le classifiche definitive sotto gli occhi, i giudici potranno sanzionare le squadre in base al principio dell’afflittività della pena: se il reato commesso è così grave da perdere la promozione o la salvezza appena conquistata sul campo la pena viene scontata in questa stagione e persino l’esito di un playoff o playout potrebbe mutare. Altrimenti l’handicap di punti riguarderà l’inizio del campionato 2012-13. Per quanto riguarda il club grigiorosso, che mantiene tutt’ora il silenzio stampa sulla vicenda, potrebbe profilarsi all’orizzonte lo spauracchio di una seconda penalizzazione, dopo quella di 6 punti inflitta dal Tnas. 
Mentre la B è travolta dai processi nel clou della stagione, la serie A resta in attesa che arrivino le nuove carte dalle procure di Cremona, Bari e Napoli. Ieri mattina il procuratore federale Stefano Palazzi ha ricevuto dal procuratore barese Antonio Laudati il materiale per dare il via alla seconda tranche dell’inchiesta che fa tremare molti club della massima serie, anzitutto Lecce e Bari. Gli incartamenti sono in viaggio verso Roma, dove saranno passati al vaglio dalla Corte federale. Decisioni in merito si attendono già per la prossima settimana.
Tuttavia si profila la possibilità di «ottenere grandi riconoscimenti sotto il profilo della pena» per «i soggetti che collaborano con le indagini in sede disciplinare». Dunque ci si potrebbero aspettare effetti meno devastanti dalle sentenze, proprio in virtù della collaborazione di alcuni degli accusati. «Nuovi provvedimenti riguarderanno campionato in corso? Questa è una domanda a cui non sono in grado di rispondere - conclude Palazzi -. Dipende dai tempi in cui riusciremo ad arrivare ai deferimenti e dai tipi delle sanzioni. E’ un compito che spetta agli organi giudicanti, le nostre sono proposte di sanzioni». 

di Michele Scolari
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Segnala questo articolo su