Affreschi del ’600 in mostra al San Domenico

+ 32
+ 28


alt
Crema - Dal 12 al 20 maggio – con inaugurazione sabato 12 maggio ore 18 – nei chiostri della Fondazione San Domenico in via Verdelli 6, viene aperta alla cittadinanza un’esposizione di antichi affreschi di Gian Giacomo Barbelli – vita di S. Giorgio e Santi – originariamente composti per la vecchia chiesa di Casaletto Vaprio. La mostra è resa possibile dalla generosità di Martina Stramezzi che li ha messi a disposizione dell’associazione “La Tartaruga” dalla collezione d’arte del nonno Paolo. Si tratta di 16 grandi affreschi derivati dallo “strappo” datati attorno alla metà del 1600 che, recentemente restaurati, vengono esposti al pubblico per la prima volta. L’originalità della mostra è data dal fatto che nei giorni di martedì 15 e di giovedì 17, nei locali espositivi si terranno due incontri di illustrazione e di commento delle opere esposte, rispettivamente alle ore 18 con lo storico d’arte Mario Marubbi su “Vicende storiche del ciclo pittorico di Casaletto Vaprio” e, sempre alle ore 18, dalla prof. Annunziata Miscioscia su “Letture iconografiche del ciclo pittorico di Casaletto Vaprio”. Sabato 19 maggio, poi, alle ore 15.30 l’associazione guide turistiche “Il Ghirlo” accompagnerà i visitatori in una visita guidata alle chiese di S. Maria delle Grazie e di S. Giovanni per “Le storie di S. Giorgio e altre opere di Gian Giacomo Barbelli a Crema”. Importante: la mostra è organizzata a favore della associazione “La Tartaruga” che si occupa di sostenere le persone affette da Parkinson e da disturbi del movimento, nonchè dei loro famigliari. Per questo l’ingresso è a libera offerta a favore della suddetta associazione di volontariato.
Tiziano Guerini

Segnala questo articolo su