Maxicontrollo dell'Arma: provincia blindata, arresti e denunce

+ 14
+ 10


Strade blindate, palette abbassate e controlli a tappeto. Dalle prime ore di ieri mattina sino alla tarda serata ben 93 carabinieri con 45 mezzi sono stati impegnati  sull’intera provincia di Cremona nel servizio coordinato di controllo del territorio. Servizio reso necessario tramite l’esecuzione di mirati controlli con l’obiettivo di prevenire e reprimere tutte le attività illecite: soprattutto reati contro il patrimonio e furti in danno di abitazioni, che costituiscono il fenomeno criminale che desta più allarme sociale facendo generare nei cittadini un senso di sicurezza percepita minore di quella reale, assieme al contrasto allo spaccio di droga e alle infrazioni al codice della strada
I controlli si sono articolati su due fronti. Da un lato, conseguire una più incisiva azione di controllo e vigilanza sulle principali arterie di comunicazione, sui punti di passaggio obbligati del territorio e specifici controlli nelle località maggiormente sensibili al fenomeno predatorio. Dall’altro, concentrare le forze per la conseguente saturazione di aree particolarmente sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica. 
Identificate dai militari nel corso dei controlli 461 persone, di cui 73 stranieri, controllando 316 autoveicoli nonché 112 obiettivi sensibili, 22 esercizi pubblici ed 1 campo nomadi. I risultati dell’attività parlano di 3 persone arrestate (di cui 2 straniere), 10 denunciate (delle quali 7 straniere) e una segnalata all’autorità come assuntore di stupefacenti. Nel corso dei controlli è stato inoltre sequestrato 1 grammo di cocaina. Risultati anche sul fronte dei controlli stradali con 5 patenti ritirate, 35 punti sottratti a patenti e 27 contravvenzioni al Codice della strada per un valore di euro 3.088,00.


mi.sco.


Segnala questo articolo su