Calcioscommesse, processo sportivo al via il 31 maggio

+ 18
+ 19


alt
Il Presidente della Commissione Nazionale Disciplinare avv. Sergio Artico ha fissato per il 31 maggio l'udienza d'apertura del processo sul primo filone del calcio scommesse, dopo i deferimenti della Procura federale a carico di 22 società, 61 persone fisiche tra cui 52 calciatori in attività al momento delle rispettive contestazioni; 2 calciatori in attività al momento delle rispettive contestazioni; 4 dirigenti o collaboratori di Società; 3 iscritti all'Albo dei tecnici, di cui 2 in attività al momento delle rispettive contestazioni. La seconda udienza si terrà il giorno dopo, venerdì 1° giugno; per il prosieguo del processo la Disciplinare deciderà a chiusura delle prime due udienze.
Tra i club di A sono stati deferiti Novara, Atalanta e Siena, con la situazione dei nerazzurri, e in serie B tocca alla Sampdoria e allo Spezia (neo promosso tra i cadetti), che hanno tesserato due dei giocatori coinvolti successivamente all'avvio delle indagini (si tratta di Cristian Bertani e Filippo Carobbio, prima a Novara e Siena e ora alle due società liguri.
Insieme ai club sono state deferite anche 61 persone fisiche tra cui: 52 calciatori in attività al momento delle rispettive contestazioni; 4 dirigenti o collaboratori di Società; 3 iscritti all’Albo dei tecnici, di cui 2 in attività. Le partite contestate sono 33: 29 di serie B in varie stagioni sportive; due di Coppa Italia e due della Coppa Italia della Lega Pro.

Segnala questo articolo su