152° anniversario della Polizia Locale. Il comandante Ballarino: «35mila interventi registrati»

+ 29
+ 25


alt
alt
alt
«Un punto di riferimento sicuro per tutti i cittadini». Così nella mattinata di oggi in sala Quadri Oreste Perri, in veste di Sindaco e assessore alla Sicurezza, ha definito il lavoro della Polizia Locale di Cremona, in occasione del 152° anniversario del corpo: «Un momento di festa ma anche di bilancio, verifica e analisi sulle diverse attività svolte che rappresentano quel costante e sempre prezioso servizio alla città e a tutti i suoi cittadini». Il oltre un secolo e mezzo di feconda collaborazione con i cittadini, il corpo ha rappresentato «il principale regolatore della vita di tutti i giorni nello spazio pubblico, della città», attraverso «valori che arricchiscono l’intera comunità e che danno sicurezza alla gente, nel centro città come nei rioni periferici». Il primo cittadino ha poi posto l’accento sulle condizioni strutturali che rendono possibile il dispiegarsi di un’azione possibile un’adeguata azione di polizia locale: «la partecipazione attiva e consapevole della comunità locale», «un coordinamento strutturato con tutte le forze dell’ordine», e «il rapporto con gli altri servizi del comune». In una parola: sinergia. La Polizia Locale «deve essere messa in grado di relazionarsi con tutti i settori degli enti di appartenenza in modo che ale sue segnalazioni venga attribuito un carattere di priorità. Solo così la prossimità diventa fiducia e la fiducia la premessa per una maggiore responsabilizzazione della comunità nella regolazione sociale della città».
Presenti tra il pubblico le massime autorità civili e delle forze dell’ordine cittadine, tra cui il prefetto Bruno Tancredi di Clarafond, il tenente colonnello Michele Arcangelo Cozzolino, comandante provinciale dell’Arma, il questore Antonio Bufano, il vicequestore aggiunto Federica Deledda, comandante provinciale della Polizia stradale, il colonnello Alfonso Ghiraldini, comandante provinciale della Guardia di Finanza, il dott. Alberto Ricci, comandante del Corpo Forestale, e l’ing. Roberto Toldo, Comandante dei Vigili del Fuoco.
Dopo l’introduzione del Sindaco, la parola è passata al comandante Fabio Germanà Ballarino, che ha rimarcato la presenza della Polizia Locale sulla città ponendo l’accento sui «35mila interventi registrati dalla centrale operativa» e sui «15mila cittadini ricevuti allo sportello unico nel 2011». «In una società difficile, afflitta da problematiche importanti e dalla congiuntura economica sfavorevole – ha proseguito Ballarino – fare i “tutori” dell’ordine civile, coloro che fanno rispettare le regole, è sempre più arduo, ma è anche la nostra mission, e nonostante tutto, critiche e apprezzamenti, non dobbiamo dimenticare il nostro ruolo, che rivendichiamo con forza, di garanti, insieme alle forze di polizia dello Stato, del vivere quotidiano. Altro tema fondamentale che voglio toccare e che portiamo avanti – ha detto Germanà - è il “far crescere” la cultura della sicurezza stradale e della legalità con l’azione educativa nelle scuole della città di ogni ordine e grado a partire dalla scuola materia, iniziative dedicate ed una progettualità importanti. Iniziative come Tu..cosa puoi fare per la sicurezza stradale?, Una vignetta per la sicurezza, la festa conclusiva del percorso di educazione stradale nelle scuole, solo per citarne alcune».

Segnala questo articolo su