Tre giornate dedicate alla musica toccheranno Le corde dell’anima

+ 27
+ 23


Da venerdì 1 a domenica 3 giugno Cremona ospita, per il terzo anno, “Le corde dell’anima”, il primo festival italiano tra letteratura e musica. La manifestazione ha in serbo tre intense giornate durante le quali sono previsti full immersion di incontri, reading d’autore, novità editoriali, spettacoli, performance e laboratori, impossibili da citare tutti. Protagonisti sono scrittori, musicisti, giornalisti e poeti di fama internazionale, che alla musica hanno dedicato romanzi, saggi e riflessioni. Per ognuno di questi appuntamenti, viene scelta una musica e un interprete che completi e integri l’esibizione in un’unica trama emozionale e in un ininterrotto scambio di esperienze. Ma non solo: alle “Corde dell'Anima” sono arrivati autori che per la prima volta si sono presentati nell’inedita veste di musicisti, mentre celebri cantanti, attori e showmen si sono esibiti nel ruolo di scrittori. Il risultato è una serie di performance assolutamente sorprendenti e originali, una meravigliosa testimonianza di un’arte che non ha steccati né confini. Ad inaugurare il festival, alle ore 17.30 in Piazza del Duomo, è la conversazione con Quirino Principe: “Vogliono sottrarci la musica e la letteratura”. A seguire Dario Vergassola travolge con l’ironia del libro “Panta Rai”, accompagnato dai Quintorigo; mentre lo scrittore e sceneggiatore David Nicholls si racconta in dialogo col cantautore Niccolò Fabi. Con “Passaggi d’autore” lo scrittore di culto, amatissimo e sempre in classifica dei libri più venduti, Erri De Luca, racconta il suo mondo di parole. Raccoglie poi il testimone il grande violoncellista Rocco Filippini che suon in prima esecuzione mondial Shalom di Fabio Vacchi, Premio Donatello per le musiche di “Il mestiere delle armi”. Attesissima, dopo il successo sanremese, la presenza di Arisa che presenta il suo romanzo autobiografico. La prima serata si chiude con “Cambio mestiere”, dove Matteo Bordone (giornalista, blogger e conduttore tv), Red Canziani (storico componente dei Pooh) e Marco Mavaldi (scrittore) giocano a scambiarsi i ruoli.

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su