Processo sportivo: per la Cremo 1 punto di penalizzazione e 30mila euro di ammenda

+ 29
+ 24


Un punto di penalizzazione da scontare nella prossima stagione calcistica assieme a trentamila euro di ammenda. E’ quanto avrebbe patteggiato la Cremonese nel corso del processo sportivo per il calcioscommesse iniziato stamattina nell’ex Ostello della Gioventù al Foro Italico di Roma. Il procuratore federale Stefano Palazzi,dopo aver di fatto accolto l’istanza del Rimini Calcio e aver estromesso il club dal processo sportivo, esprime parere favorevole sul patteggiamento del club grigiorosso rispetto alla penalizzazione di un punto e a una sanzione pecuniaria di 30 mila euro di ammenda (responsabilità oggettiva). Il club risponde del comportamento dell’ex tesserato Carlo Gervasoni nel corso delle due gare di Coppa Italia di Lega Pro Cremonese-Monza e Pisa-Monza. Nella circostanza, Gervasoni ha patteggiato 20 mesi di squalifica. La Commissione disciplinare presieduta dal presidente Sergio Artico ha quindi accolto il patteggiamento del club grigiorosso. Dopo i sei punti di penalizzazione già scontati nello scorso campionato e per i quali la società si era vista rigettare il ricorso al Tnas, ora sul club si abbatte un'altra penalizzazione, seppure meno pesante della prima.

Segnala questo articolo su