Cremo: tutto ruota attorno alle scelte societarie

+ 24
+ 20


Penalizzata e con mille interrogativi. Questo il destino della Cremonese, la cui unica certezza in vista della prossima stagione al momento rimane il punto di penalizzazione (e la relativa multa da pagare…), inflitta nell’ambito del calcioscommesse. In settimana, come noto, un po’ tutti i giocatori hanno salutato e per molti non è sembrato un arrivederci. Il calcio è nel caos e il destino grigiorosso anche. Sul fronte mercato tutto ruota attorno alle decisioni societarie: se il presidente Arvedi, come pare, lascerà la barca appare difficile la riconferma di Sandro Turotti, che pare sia vicino ad un accordo con il Vicenza. Al suo posto potrebbe arrivare (o salire in cattedra…) un uomo legato alla cordata entrante, che deciderà anche in merito alla guida tecnica della squadra. Nel frattempo, sono molteplici le voci che accostano alla Cremonese diversi giocatori. L’unica certezza è che, al momento, qualcosa si sta muovendo ma senza alcuna ufficialità, se non altro perché le priorità sono altre. Certo è che ripartire dalle conferme di elementi legati alla maglia come Fietta, Tacchinardi, Giorgio Bianchi o Possanzini (che lo ha dimostrato, nonostante le poche gare disputate in grigiorosso) sarebbe già un buon inizio. La ‘mano’ di Arvedi resterà comunque a livello di settore giovanile, come dimostra la macchina organizzativa che ha allestito il primo torneo internazionale Città di Cremona.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su