Cremo, una margherita da sfogliare

+ 26
+ 19


Una margherita ancora tutta da sfogliare. Il futuro prossimo della Cremonese è ricco di punti interrogativi. A giorni attendiamo la riconferma ufficialità di mister Brevi, collegata a sua volta alla riconferma del “progetto-Arvedi”, con la contestuale permanenza del cavaliere in sella alla società di via Persico. All’appello mancano alcuni tasselli per completare il puzzle della nuova società, ovvero il direttore sportivo che dovrebbe sostituire il partente Turotti e le figure ad esso connesse. La proposta a Mondonico è stata fatta, ma non è da escludere che il tecnico di Rivolta d’Adda preferisca proseguire la sua carriera da commentatore televisivo e allenatore. Come sostituto è emerso anche il nome di Moreno Zocchi, ex diesse di Pavia, Perugia e Spezia, che proprio con il club ligure sta trattando la sua buonuscita, dopo l’addio anticipato del marzo scorso. L’impressione è che la figura verrà vagliata dall’occhio esperto di Randazzo, tornato ad essere principale figura di riferimento per Arvedi. Quanto ai giocatori, gli unici al momento ad avere il contratto in regola per il prossimo anno sono Musetti, Sales, Filippini, Sambugaro e Favalli. Tenuto presente che Sambugaro quest’anno non ha mai giocato, Filippini è arrivato a gennaio, Sales e Musetti hanno svolto ruoli da comprimari e Favalli potrebbe essere ceduto qualora arrivasse l’offerta giusta, è meglio pensare ad un nuovo impasto prima di assaggiare la torta per porvi i correttivi. Per Coralli e Le Noci si discuteranno gli eventuali riscatti, rispettivamente con Empoli e Verona. In tema rinnovi, l’auspicio è che figure chiave come Fietta, Tacchinardi, Nizzetto, Possanzini e Cesar possano trovare un accordo in tempi brevi, al fine di costruire la squadra su di loro. Più difficile la situazione di Pestrin, che quest’anno ha oscurato un giocatore di prospettiva che avrebbe potuto essere anche sfruttato meglio come Degeri, figura appetita sul mercato, ma del cui futuro se ne parlerà con l’Inter.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su