La Vanoli Basket rassicura i tifosi

+ 24
+ 24


Partiamo dal basket di casa nostra. Il consiglio della Vanoli  Basket, con il presidente Aldo Vanoli in testa, lavora sodo per cercare di incrementare le entrate, dopo aver avuto conferme da quello che ovrebbe essere lo sponsor principale. Ora si cerca di organizzare la cordata dei molti imprenditori locali disponibili a dare una mano, per poi arrivare al cosiddetto azionariato popolare. Tanti pensiamo saranno i meritevoli di ringraziamenti alla fine, perché nonostante ci siano ancora incertezze, noi pensiamo, forse accecati dalla passione, che la nostra squadra sarà ancora in lotta nell’olimpo nazionale per la soddisfazione di tutti e per tenere sempre alto il nome di Cremona anche attraverso lo sport.

Parte stasera la corsa a due tra Montepaschi Siena ed Armani Milano per l’aggiudicazione dello scudetto 2011-2012. Sarà uno scontro di fuoco, ad altissimo livello per il nostro basket, al meglio delle 4 vinte su 7, con doppio inizio a Siena (oggi e lunedì) poi due partite a Milano, mercoledì 13 e venerdì 15, poi ancora a Siena se sarà necessario e sempre se necessario a Milano per finire, a Siena giovedì 21 giugno. Una maratona incredibilmente pesante, per uomini che arrivano a fine stagione già con un po’ di fiato corto e qualche problema muscolare da smaltire. Speriamo tutti possano giocare le loro carte al meglio, anche se, a nostro avviso, nel caso di grande equilibrio, sette gare in così breve tempo ci sembrano una forzatura. A Milano c’è grande entusiasmo ed il Forum è già esaurito da giorni per gara tre e si va esaurendo per la quarta partita. A dimostrare che i meneghini credono alla possibilità di detronizzare Siena, che sta dominando la scena nazionale da una vita! Questa fiducia lascia supporre che la serie non sarà brevissima, salvo clamorose sorprese, per cui pensiamo che alla fine a vincere saranno più le tenute mentali che quelle fisiche e sotto questo aspetto Siena ci pare ancora favorita. Milano è reduce da tante battaglie con Pesaro, tutte pesantissime, ma un gesto (Gentile, il ragazzino che frena il suo coach che protestava troppo vivacemente con gli arbitri) lascia intravvedere uno spiraglio di luce positivo per le truppe di Scariolo, forse già pronte a sfidare i califfi di Pianigiani. Incertezze nelle previsioni che giovano alla pallacanestro, alzando gli ascolti e la partecipazione e per noi “ammalati”, pare essere una buona terapia. Seguiremo con passione come sempre e vinca chi ne avrà di più... in tutti i sensi. Il mercato comincia a muovere i primi passi: dalle riconferme dei due Diener a Sassari, all’arrivo a Venezia di quella montagna di muscoli che è il centro americano di passaportarto bulgaro Eric Williams. Una buona notizia per la nostra Nazionale è quella che Gallinari parteciperà alle qualificazioni per Euro 2013, mentre quella meno buona è la rinuncia di Bargnani, destinato a curarsi le problematiche muscolari ad un polpaccio. Per l’altro italiano d’America, Belinelli, al momento resta un punto interrogativo.

di Giovanni Zagni

Segnala questo articolo su