Il Pergocrema è fallito: la rabbia dei tifosi

+ 21
+ 18


Il fallimento del Pergocrema scatena la rabbia dei tifosi gialloblu, che ci hanno inviato questo comunicato.

«Al termine dell’ennesima stagione tribolata, purtroppo, eccoci all’atto finale della vicenda Briganti-Di Pietro, che pare voglia mettere la parola fine sulla storia sportiva del nostro amato Us Pergocrema. Dopo due mesi di promesse, alle quali in verità nessuno ha mai dato fiducia, il tribunale ha decretato il fallimento della società cannibale, alla soglia degli ottant'anni di vita. Se da un lato è palpabile il rammarico per l’epilogo al quale si è giunti per una gestione sconsiderata, portata avanti senza ostacoli e anche per la non volontà della città di Crema di salvare quello che chiama “suo patrimonio”, lasciando così ad avventurieri il compito di affondarlo, dall’altro ci compiaciamo di avere almeno contribuito con il nostro impegno quotidiano ad allontanare dal calcio cremasco personaggi che, a nostro parere, dovrebbero essere tenuti lontano da questo sport. Altresì ci auguriamo che adesso escano subito allo scoperto coloro che, fino ad oggi timidamente e forse senza nemmeno troppa convinzione, hanno promesso il loro impegno, nel caso di fallimento e riduzione notevole del debito accumulato. Cordate, piano B, piano C, adesso è tempo di muoversi, in fretta e con determinazione. A questo punto non conta più la categoria, il professionismo o il dilettantismo, conta lavorare seriamente per tenere in vita un titolo sportivo che ha dato lustro alla nostra città, evitando che sparisca definitivamente dal panorama calcistico nazionale. C’è di mezzo l’onore e la rispettabilità della nostra città, affossati e umiliati da troppi mesi. Noi ci crediamo e ci contiamo, avanti con orgoglio!!!
La curva Sud e i tifosi del Pergocrema

Segnala questo articolo su