La Cremo punterà sulla linea verde

+ 21
+ 16


Qualcosa, seppure nella penombra, inizia a muoversi. Dopo l’annuncio della permanenza del cavaliere Arvedi in seno alla proprietà, in casa grigiorossa si stanno muovendo i primi mattoni in vista della nuova stagione. Molti i punti interrogativi che permangono, ad iniziare da come saranno ridisegnati i campionati di Lega Pro, tra eventuali provvedimenti legati all’inchiesta calcioscommesse e reali difficoltà economiche, che potrebbero non consentire ad alcuni club l’iscrizione alla prossima stagione. Poche, per contro, le certezze, per lo più quantificabili nelle figure di Maurizio Calcinoni come presidente esecutivo, Oscar Brevi come allenatore e il punto di penalizzazione con cui si partirà nel prossimo campionato. Il nome del prossimo direttore sportivo, con tutta probabilità, verrà ufficializzato solo dopo il 30 giugno, quando diventerà un dato di fatto anche l’addio di Sandro Turotti. Nel frattempo, però, ecco i primi tasselli per la prossima stagione. Anzitutto il luogo del ritiro estivo che, secondo indiscrezioni trapelate sugli organi di stampa quotidiani, dovrebbe essere Storo, tranquilla località appena sopra il lago d’Idro dove si inizierà a sudare in vista della prossima stagione. E infine veniamo alla rosa.

Difficile valutare la concretezza delle varie voci di giocatori potenzialmente sul taccuino della società grigiorossa, visto che al momento non si sa con certezza quali figure stiano operando sul mercato. C’è chi sponsorizza un ritorno di fiamma per Alex Pinardi, che non è riuscito a salvare il Vicenza dalla retrocessione, ma i primi nodi da sciogliere riguardano le conferme di elementi portanti come Fietta, Possanzini, Pestrin, Coralli, Le Noci e via dicendo. Per il resto, l’impressione è che la società possa finalmente decidere di puntare forte sui giovani di casa. Favalli e Degeri (per cui si dovrebbe trovare un accordo con l’Inter) resteranno se non arriveranno offerte adeguate o irrinunciabili e tra i pali si fa forte la candidatura del giovanissimo Riccardi Galli, classe ’93, che potrebbe persino essere preso in considerazione come titolare per la prossima stagione, visto il gran bene che si dice di lui. Per la serie… siamo sicuri di voler cercare talenti altrove, quando forse ce li abbiamo già in casa?

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su