Stagione lirica al Ponchielli - Opere celebri e altre più rare in cartellone

+ 26
+ 23


Il cartellone 2012 della tradizionale Stagione Lirica del Ponchielli presenta, com’è ormai prassi, un equilibrio tra titoli del grande repertorio e opere di più rara rappresentazione. Tra i primi rientrano la popolare Tosca di Puccini, Lucia di Lammermoor, capolavoro tragico di Donizetti e L’Italiana in Algeri, opera buffa di Rossini. Tra i secondi la scelta è ricaduta sull’Ernani di Verdi, titolo d’indiscusso valore che manca dal Ponchielli da oltre 30 anni e I Capuleti e i Montecchi di Bellini, che chiude idealmente il confronto, dopo il Romèo et Juliette di Gounod del 2011, con la drammaturgia shakespeariana applicata al melodramma dell’800 francese e italiano.

Per Tosca, la direzione d’orchestra è affidata a Giampaolo Bisanti, mentre Elena Barbalich ne cura la regia. Nel cast figurano il tenore Rubens Pelizzari e Mirjam Tola, promettente soprano albanese. Interpreti de I Capuleti e i Montecchi risultano i vincitori del Concorso Aslico, guidati dalla giovane ma già talentuosa mano di Francesco Pasqualetti e affidati a Sam Brown, regista vincitore del concorso per idee e progetti, proprio per quest’allestimento all’European Opera-Directing Prize di Wiesbaden. Alla vigilia dei festeggiamenti per il bicentenario della nascita del Cigno di Busseto, il Circuito Lirico Lombardo mette in scena, in un nuovo allestimento, Ernani, uno dei titoli più affascinanti e meno frequentati del primo Verdi.

La direzione musicale è affidata ad Antonio Pirolli; per la parte visiva è stato scelto il ben noto giovane regista Andrea Cigni. Il cast, d’indiscusso valore artistico, vede la presenza del soprano Maria Billeri, voce di rara forza e bellezza del panorama lirico. Dopo 10 anni torna al Ponchielli L’Italiana in Algeri, primo autentico capolavoro buffo di Rossini che tratta di argomenti licenziosi del mondo musulmano; l’allestimento è firmato da Pier Luigi Pizzi, dopo aver riscosso grandi consensi in molti teatri con la direzione musicale di Francesco Pasqualetti. Tra gli interpreti il tenore Enea Scala e Carmen Topciu. La Lucia di Lammermoor sarà, infine, il banco di prova per i cantanti vincitori del concorso Aslico di quest’ultima edizione, diretti da Matteo Feltrami, mentre il celebre tedesco Henning Brokhaus sarà responsabile della regia.

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su