Telefonata in Comune: "c'è una bomba". Indaga la Questura

+ 21
+ 18


Intervento in massa delle forze dell’ordine stamattina a Palazzo Comunale. Secondo le prime ricostruzioni, dopo le 8 un uomo sarebbe entrato negli uffici chiedendo di parlare per due volte con il sindaco Oreste Perri senza riuscire ad incontrarlo. Poi si è allontanato. Poco dopo, una telefonata sospetta nella quale una voce anninciava la presenza di una bomba negli uffici comunali. Panico tra il personale che è stato prontamente evacuato (i dipendenti sono rientrati verso le 11) dall'ingente dispiegamento di forze dell'ordine sopraggiunto sul posto (polizia, carabinieri, vigili urbani). Le ricerche con le quali gli inquirenti hanno setacciato la zona attorno al palazzo sembravano aver dato buoni frutti: intorno alle 10.15 l'uomo che aveva richiesto l'incontro con il sindaco è stato fermato e portato in questura dalla quale è stato rilasciato poco prima di mezzogiorno dopo che gli accertamenti hanno dato esito negativo. La ragione dell'incontro con il primo cittadino era infatti dovuta al fatto che voleva parlare al sindaco di un libro in corso di edizione che riguarda le bellezze artistiche della Lombardia. Dall'esame del suo cellulare infatti non risulta alcuna chiamata a nessuna utenza del Comune.
Intanto prosegue l'esame dei filmati delle telecamere da parte degli uomini della Digos per dare un volto alla voce, per ora unica traccia da seguire.

- SEGUONO AGGIORNAMENTI

Segnala questo articolo su