La Cremo punta sul bomber Djuric

+ 15
+ 14


Si chiama Milan Djuric, bosniaco classe ’90, il nuovo centravanti della Cremonese versione 2012-2013. Il neodiesse Moreno Zocchi ha, infatti, trovato l’accordo per accaparrarsi metà del cartellino (il resto dovrebbe restare al Parma) di quello che sarà il nuovo pivot offensivo dello scacchiere di mister Brevi, dall’alto dei suoi 198 centimetri di altezza. Nella stagione 2010-2011 Djuric (in forza al Crotone) è stato premiato con il premio “Top gol serie Bwin awards”, in quanto autorete della rete più bella della stagione grazie ad uno splendida rovesciata contro l’Empoli. Invitiamo, a tal proposito, gli appassionati grigiorossi a prenderne visione su Youtube. Al Cesena, per contro, approderà il giovane Alessandro Favalli, che avrà così la meritatissima opportunità di potersi cimentare con il campionato cadetto. Un traguardo importante per il terzino mancino di San Giovanni in Croce, a cui va il nostro più sincero in bocca al lupo per una entusiasmante carriera. Il Cesena, secondo indiscrezioni riportate nei giorni scorsi sulla Gazzetta dello Sport, avrebbe messo sul piatto anche il centrocampista croato Damjan Djokovic. Per la mediana, confermato Degeri e in attesa del rinnovo ufficiale di capitan Fietta, l’altro nome che resta caldo è quello di Magallanes del Cittadella. Tra i pali, invece, prende quota la conferma di Enrico Alfonso, per la quale Zocchi ha trovato un accordo di massima con l’Inter. Se così fosse, potrebbe svanire l’interesse sponsorizzato da alcuni siti nei confronti di Concetti (ex Pergo, ora della Nocerina), al fine di promuovere il baby Galli come secondo, dopo il sofferto addio a Giorgio Bianchi. Sempre tra i nomi caldi, sono avviati i contatti con il Verona per discutere dell’eventuale rinnovo del prestito di Beppe Le Noci (legato ancora da un anno di contratto con gli scaligeri), ma anche di Emanuele Berrettoni su cui gli emissari grigiorossi hanno messo gli occhi, ma per il quale ci sarà da vincere la concorrenza di diverse pretendenti. Per la difesa, in attesa di conoscere le risposte di Minelli e Cesar in tema di rinnovo, resta papabile il nome di Murolo, coriaceo centrale classe ’83 dello Spezia che Zocchi ben conosce, così come quelli di Visconti (in uscita dal fallito Piacenza) e del baby-prodigio Adrian Liberacki, esterno polacco classe ’94, che tuttavia potrebbe essere valutato come ancora troppo giovane per sostituire l’altro.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su