Ciclismo: Tricolori su pista dalle emozioni forti

+ 21
+ 23


Campionati italiani giovanili su pista molto combattuti, andati in scena al velodromo” Attilio Pavesi” di Fio-renzuola d’Arda (Piacenza). Ad inaugurare la serie di titoli sono stati gli Allievi della Lombardia A (Gianmarco Begnoni, Giacomo Garavaglia, Alessio Fazzolari e Matteo Moschetti) con il tempo di 3’ 30”471, davanti al Piemonte (Filippo Ganna, Matteo Som-brero, Gabriele Raco e Davide Ostorero), secondo in 3’32”215, mentre il podio è stato completato dal Veneto A (3’32”908) con Attilio Viviani, Enrico Zanoncello, Edoardo Affini e Carloalberto Giordani. Quarto posto del quartetto della Lombardia B con il cremonese Giovanni Pedretti (3’ 35”). Nel Kerin Allieve, debutto nelle gare tricolori delle nostre Mirian Vece (Team Valcar) e Elena Bissolati (Pianeta Rosa)) all’esordio in questa categoria, hanno dovuto inchinarsi alla forte atleta lombarda Martina Alzini (Cesano Maderno) che conquista il titolo italiano, davanti all’emiliana Sara Franceschelli (Viner Factory) e alla lombarda Sara Wackermann (Molinello). Nell’analoga prova maschile, invece, il successo è andato al toscano Vincenzo Albanese, che ha gabbato il laziale Daniel Marcellusi e il piemontese Simone Costellato. Torneo di velocità Esordienti: nelle Donne è andato in scena lo stesso film della corsa a punti, la piemontese Elisa Raimondi ha messo in fila Jessica Raimondi (Molinello). Nella gara maschile, ha trionfato il veneto Riccardo Chimenton (Maerne-Olmo), che ha avuto la meglio sul lombardo Alessandro Baldassare (Team Barblanco). Nella corsa a punti Allievi maschili e femminili, oro alla veneta Nicole Bertoluzzi (Vecchia Fontana), mentre il titolo italiano maschile è andato al veronese Leonardo Fedrigo (Bovolone). Lombardia protagonista nell’ultima giornata sull’anello valdardese con 270 promesse provenienti da 20 regioni d’Italia, prologo della Sei Giorni delle Rose, che decolla dal 10 al 15 luglio. Nell’inseguimento donne Allieve il titolo italiano se lo è aggiudicato Silvia Persico (Valcar Pbm), che ha fermato il cronometro sul tempo di 2’43”679. Ma è nella velocità Allieve che sono arrivate le più grandi soddisfazione: il titolo tricolore è andato alla cremonese Elena Bissolati (Pineta Rosa), che ha sconfitto per 2-0 in finale la fresca campionessa del Keirin, Martina Alzini (Cesano Maderno). Ha completato il podio lombardo, Mirian Vece (Valcar Pbm) che ha sconfitto nella finale per il terzo e quarto posto Claudia Cretti (Mulinello). Successo abruzzese nel torneo di velocità Allievi con Matteo Del Rosario (Pedale Teate). Infine, la chiusura con l’Americana Allievi che ha proclamato campioni d’Italia i lombardi Gianmarco Begnoni (Aspiratori Otelli) e Alessio Fazzolari (Ciclamanti Senago), d’argento per la coppia veneta Attilio Viviani ed Enrico Zanon-cello, compagni della Luc Bovolone. In vetta al medagliere troviamo la Lombardia (5 ori, 2 argenti e 5 bronzi).


PEDRETTI FA POKER A COLZARE Il giovane di belle speranze Giovanni Pedretti (CC Cremonese-Arvedi) reduce dal quarto posto della sfida tricolore nell’inseguimento, ha vinto a Colzate (Bergamo) la prima prova del Giro della Valle Seriana, una cronometro di sette chilometri di salita. Ha fermato il “tic tac” in 9’29” 91, media 44,218km/h, distanziando di 6” il piemontese Federico Burchio (Lions Cycling Team) e di 7”  l’orobico Sergey Rostovtsev (Valeriana ). E’ il quarto trionfo della stagione per Pedretti, diretto dal team manager Rabbaglio.
GUARNIERI QUARTO AL GIRO D’AUSTRIA Ti aspetti Jacopo Guarnieri, che è vicino a celebrare la sua prima vittoria stagionale, dopo innumerevoli scomodi posti d’onore, ma il velocista ci ha lasciato il groppo in gola… Per la cronaca la volata è stata ad appannaggio dell’azzurro Sacha Modolo, 25 enne trevigiano della Colnago-Csf, pilotato sino ai 200 metri dal compagno di squadra Delle Stelle, sfrecciando nella 6° tappa del Giro d’ Austria  con arrivo a Melk, davanti a Colli, Napoletano e Guarnieri (Astana Pro Team). Nell’ultimo sprint di Vienna, successo di Daniele Colli (Type), mentre il danese Jakob Fuglsang (RadioShack) ha vinto il Giro d’Austria. Guarnieri ha ancora tante occasioni per riscattarsi,  a cominciare dal Giro di Polonia, gara a tappe World Tour (10-16 luglio), ultimo test prima della Vuelta di Spagna (18-8 - 9-9).
GIRO DONNE ALLA VOS E’ finito con il trionfo della fuoriclasse olandese Marianne Vos (Rabobank) il Giro d’Italia donne 2012.  L’ ultima tappa da Sarnico a Bergamo  è stata vinta dalla svedese Emma Joansson proprio davanti alla maglia rosa di Vos.

di Fortunato Chiodo

Segnala questo articolo su