Vandalismo in via Castelforte: cristalli infranti e muri imbrattati con slogan

+ 25
+ 19


alt
alt
Brutto risveglio stamattina per il proprietario di una Fiat Panda, residente in via Castelforte (parallela di via Sesto). Sceso in strada infatti, l’uomo ha trovato tutti i sei cristalli della propria auto letteralmente sfondati, allertando subito le forze dell’ordine. I vandali avrebbero agito di notte, in un orario imprecisato probabilmente collocabile tra le 2 e le 3 del mattino. Ma non è finita. Da quanto si apprende, l'auto sarebbe dello stesso modello di quella intestata ad un militante di Casapound residente nel palazzo. E sul muro, con la bomboletta spray, è stata realizzata la scritta “Fasci appesi”. 
Visbilmente irritati, oltre al proprietario dell'auto, anche gli inquilini: «sì, siamo stufi, stufi di tutto, stufi di questo andazzo generale - commenta un condomino. - L'amara verità è che non ci si può neppure a lasciare l'auto in strada per una notte: o ti rubano subito qualcosa, o te la rigano o te la ritrovi a pezzi per colpa di qualche estremista in perenne sbattimento. Comprendo la rabbia del titolare dell'auto distrutta e, al contempo, esprimo tutta la mia irritazione per l'inciviltà dimostrata sui muri del condominio, che adesso dovranno essere ridipinti con una spesa che si sarebbe potuta tranquillamente evitare. Comprendiamo il dissenso politico ma non è assolutamente questo il modo di esprimerlo: questa non è politica, è pura vigliaccheria nei confronti della dignità e del portafoglio di onesti lavoratori. Spero che acciuffino i colpevoli, che gli facciano pagare i cristalli e ridipingere il muro. Questo, come minimo».


Segnala questo articolo su