Paullese e infiltrazioni mafiose, siglato in prefettura il protocollo di legalità

+ 22
+ 19


Prevenire eventuali tentativi di infiltrazione mafiosa nei lavori di realizzazione  di grandi opere e prevede, oltre a numerosi controlli documentali sulle aziende coinvolte, possibili verifiche all’interno delle aree di cantiere. Questi gli obiettivi del protocollo di legalità siglato stamattina negli uffici della Prefettura tra il prefetto Bruno Tancredi di Clarafond, il presidente della provincia Massimiliano Salini e il rappresentante legale della società “Carron Cav. Angelo” di San Zenone degli Ezzellini (Treviso). Il protocollo è riferito ai cantieri attualmente operativi per l’ammodernamento e l’ampliamento della Paullese.
E’ un accordo simile a quello siglato nel 2010 per l’autostrada Bre.Be.Mi, nel sottoscrivere il quale il prefetto ha espresso l’auspicio che l’intesa possa costituire, oltre che un monito per eventuali organizzazioni criminali, un modello di cooperazione pubblico-privato - fortemente voluto dal Ministero dell’Interno - atto ad offrire ai cittadini opere e servizi nel pieno rispetto delle leggi dello Stato e di quelle del mercato.

Segnala questo articolo su