Norme igieniche, stretta sui locali. Maxi controlli in corso in tutta la provincia

+ 27
+ 17


CREMONA Il caso del ristorante romeno “Marimar” di via Massarotti 9, posto sotto sequestro sanitario cautelativo lo scorso sabato 21 luglio dal Nas cremonese non sarà un caso isolato, ma la stretta dei controlli è destinata a proseguire con decorrenza immediata. Lo ha annunciato questa mattina il questore Antonio Bufano e dal capo dell'ufficio di Gabinetto Adele Belluso, assieme al comandante del Nas Raffaele Marongiu ed al comandante della polizia locale Fabio Germanà Ballarino, della Guardia di Finanza e dell’Asl, in una conferenza stampa organizzata per fare il punto della questione sicurezza in città.

IL CONTROLLO AL "MARIMAR" E IL SEQUESTRO:
L’intervento in via Massarotti era scattato venerdì sera ad opera della squadra volante, dopo le segnalazioni di alcuni residenti per il gran baccano che proveniva dal locale dove era in corso una festa (gli agenti avevano anche incontrato resistenza all’ingresso, dato che nessuno aveva loro aperto la porta: per questo per il titolare dell’esercizio si profila la possibilità di una denuncia per resistenza). In seguito al primo accertamento, era scattato l’intervento coordinato con polizia locale, guardia di finanza. Successivi controlli ad opera del Nas e dell’Asl avevano rilevato nel locale gravi carenze di natura igienico sanitaria: scarafaggi, sporcizia, generi alimentari non conservati a norma di legge, taniche di gasolio nascoste senza tappo dentro a contenitori dell’immondizia. Per il locale è scattata la chiusura e nei prossimi giorni il sindaco provvederà alla revoca della licenza.

MAXI-CONTROLLI IN CORSO IN TUTTA LA PROVINCIA:
Ma l’intervento è anche un segnale che la stretta dei controlli sui locali non sarà un fatto sporadico. Un ammonimento a mettersi velocemente in regola per chi ancora non lo è. E i controlli sarebbero già iniziati. Dal pomeriggio di oggi maxi-controlli sarebbero in corso a vasto raggio su tutto il territorio provinciale. Nel mirino dei carabinieri del Nas in sinergia con agenti di polizia, la verifica  rispetto delle norme igienico sanitarie nei pubblici esercizi del territorio.

- SEGUONO AGGIORNAMENTI

mi.sco.


Segnala questo articolo su