Londra 2012: la grande gara del doppio non salva il remo azzurro

+ 18
+ 21


Se il nuoto azzurro piange, il canottaggio non può certo ridere. Il quarto posto di Carbonici e Mornati nel due senza lascia l’amaro in bocca alla spedizione azzurra, salvata dal doppio di Romano Battisti e Alessio Sartori (argento), un equipaggio poco accreditato alla vigilia e qualificatosi in extremis per Londra. Per Sartori si tratta della terza medaglia olimpica, dopo l’oro di Sydney nel quattro di coppia e il bronzo di Atene sempre nel doppio. Come a Pechino, l’exploit di una barca (allora ci fu l’argento del quattro di coppia) non può certo ribaltare il giudizio complessivo sul remo italiano, che esce dalle Olimpiadi con le ossa rotte. Tra i fallimenti più clamorosi vi è quello del quattro di coppia, come detto argento in carica e uscito malamente in semifinale. Per Simone Raineri, alla sua quarta ed ultima partecipazione olimpica, è stato il modo peggiore per concludere una carriera gloriosa. Peccato...

dalla redazione

Segnala questo articolo su