Musica d’autore in versione jazz venerdì sera con Zeni e Bertanza

+ 33
+ 29


Ultimo appuntamento, prima della pausa del mese di agosto, con “L’altro lato del violino – Happy hour all’Ala Ponzone”. Venerdì 10 agosto alle ore 21, negli spazi del cortile di Palazzo Affaitati, Stefano Zeni al violino (nella foto) e Giorgio Bertanza alla chitarra sono protagonisti del concerto “Successi internazionali in chiave jazz”. In scena, dunque, un moderno duo di corde per un viaggio nel mondo jazzistico. Musicista, compositore e arrangiatore versatile, Zeni si esibisce in diverse formazioni di musica moderna, jazz, fusion, etnica, cantautoriale, classica e folk. L’artista è anche un polistrumentista; oltre al violino, infatti, suona la viola, il bouzouki, il mandolino, il dijdgeridoo ed altri strumenti a corda, tasti e fiato. Dopo il diploma conseguito al Conservatorio di Trento, ha frequentato i seminari senesi di musica jazz (1999) sotto la guida di Bruno Tommaso e Gianluigi Trovasi e s’è poi diplomato in musica Jazz presso il conservatorio di Brescia nel 2004 con Corrado Guarino. Stefano Zeni si è recentemente esibito a fianco di Antonella Ruggiero e Fabio Concato. Con la flautista Angela Citterio (primo flauto dell’orchestra “I pomeriggi musicali”) ha composto, registrato e rappresentato la commedia musicale “La Piana delle Anguane” (testo di Raffaella Benetti). Nel 2011 ha firmato il suo primo album da leader “Passaggi circolari”, ricevendo subito positivi apprezzamenti da pubblico e critica, tanto d'aver conquistato, nel marzo 2012, il secondo posto come miglior violinista al prestigioso Jazzit Awards 2011. Giorgio Bertanza suona la chitarra classica a sette corde. Nel 1985 e 1986 ha frequentato il corso di chitarra “fusion” tenuto da Giorgio Cocilovo al Cpm di Milano; nel 1988 ha partecipato al seminario “Mister Jazz” di Ravenna tenuto da Joe Diorio; nel 1989 ha frequentato i “Seminari senesi di musica jazz” e nel 1996 ha conseguito il diploma di “Jazz master” presso il dm di Milano. Attualmente si esibisce in diverse formazioni, acustiche ed elettriche, fino alle più recenti collaborazioni, in duo, col mandolinista Sergio Bertasio e, come in questo caso, con Stefano Zeni.

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su