Casalmaggiore - Ladri scatenati, un colpo al giorno

+ 40
+ 48


Dall’irruzione alla ditta Veryflon di Casalmaggiore al raid notturno all’oratorio di Torricella
Agosto purtroppo ricco di furti nel casalasco. A Torricella del Pizzo addirittura attorno a Ferragosto per fare irruzione nei locali dell’oratorio e della attigua casa parrocchiale (disabitata dopo l’addio di don Antonio e l’unione parrocchiale con Gussola) è stata divelta un’inferriata. Col favore del buio alcuni ignoti hanno scavalcato la recinzione esterna che dà sul campo sportivo e poi hanno appunto agito indisturbati sulle sbarre in ferro per entrare da una finestra. Sicuramente si tratta di ragazzi molto giovani, che si sono diretti in particolare al locale del bar facendo incetta di gelati, anche perché i soldi erano davvero scarsi. Alla fine della bravata hanno lasciato i congelatori aperti provocando il danneggiamento di tutto il contenuto. Da qualche mese come detto la casa parrocchiale è disabitata, e questo è il secondo raid notturno che si verifica. Per questo motivo stasera si riunisce il consiglio parrocchiale che valuterà i provvedimenti da prendere.

Tra questi, l’eventualità di una chiusura dell’oratorio. Boom di furti negli ultimi giorni anche a Casalmaggiore. Si è iniziato con un’irruzione notturna (tra giovedì e venerdì scorsi) presso l’azienda Veryflon, che produce pentole, in via degli Artigiani. Alcuni ignoti hanno prelevato parecchio materiale, pentolame ovviamente, sia prodotto finito che semilavorato, prima di darsi alla fuga. Si è poi proseguito venerdì con una tentata irruzione (l’ennesima) al bar della Posta, quindi sabato derubata presso la sua abitazione la titolare di un negozio in via Favagrossa, per la somma di 300 euro in contanti. Domenica doppietta: qualche centinaia di euro e materiale sportivo sottratto dai locali del Centro Sportivo Baslenga che ospita la sede di alcune società casalesi, con atti vandalici, quindi, nella notte seguente, irruzione nel negozio Baixa di piazza Garibaldi: i ladri sono entrati sul retro ed hanno arraffato 400 euro, materiale in vendita e un computer. Anche a San Giovanni in Croce ci sono stati episodi recenti, ma la sequenza quotidiana di furti a Casalmaggiore in particolare fa pensare ad un gruppo ben preciso di malviventi. I Carabinieri del capitano Luigi Regni sono più che mai in allerta in attesa anche di un piccolo errore in una delle prossime, inevitabili, "visite"

di Vanni Ranieri

Segnala questo articolo su