Cremo, la vittoria è un imperativo

+ 17
+ 14


Contro l’AlbinoLeffe servono i tre punti per cancellare il -1 in classifica e per il morale Una pronta riscossa per muovere morale e quel segno meno in classifica. La Cremonese si appresta a debuttare in campionato allo “Zini” contro “Calimero” del girone, ovvero quell’AlbinoLeffe messo dietro la lavagna da ‘Scommessopoli’ con ben dieci punti di penalizzazione. L’imperativo è chiaramente quello di dimenticare in fretta la sconfitta di Lecce, puntando ad un pronto riscatto tra le mura amiche dello stadio “Zini” e risalire subito la china in classifica. Mister Brevi riavrà a disposizione Moi in difesa e potrebbe anche optare per un modulo più offensivo mediante un 4-2-3-1, peraltro provato in settimana, inserendo due esterni alti. Uno di questi dovrebbe essere Filippini, elemento che si sta confermando tra i più in palla di questo inizio di stagione. Alla luce del brutto primo tempo di Lecce, il tecnico milanese sta comunque cercando la migliore quadratura possibile del cerchio, al fine di non perde altro terreno per strada. Quanto ai nomi, Djuric è sicuramente uno dei più attesi, dopo il gol di domenica scorsa, così come il bomber Le Noci che in genere fa razzia di marcature nella prima parte di stagione ed ha sul groppone un rigore sbagliato di cui farsi perdonare. L’AlbinoLeffe, peraltro, con nove punti residui di penalizzazione, è sostanzialmente costretto a giocarsi tutte le chance nelle prime gare per rientrare nel minor tempo possibile in classifica ed evitare di disputare una stagione da Cenerentola. Il direttore di gara sarà il signor Manuele Verdenelli di Foligno, che nel 2009 in serie D, venne aggredito dopo la gara Lupa Frascati-Morolo, a causa di un rigore concesso proprio al 91’ di gioco.

STORIE DI EX Un grande in bocca al lupo a Mario Tacchinardi, che, in seguito alla visita al Coni, è tornato ad essere idoneo per l’attività agonistica e potrà quindi riprendere a giocare con la maglia del Savona, club al quale si era trasferito durante il mercato estivo.

PROBABILE FORMAZIONE (4-2-3-1):
Alfonso; Cangi, Moi, Tedeschi, Visconti; Fietta, Previtali; Filippini, Le Noci, Martinez; Djuric. All.: Brevi.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su