Mezzo etto di “neve” nel ripostiglio, spacciatore in manette: riforniva il mercato cremonese

+ 23
+ 19


CREMONA Mezzo etto di cocaina e un arresto: è il bilancio dell’intervento portato a termine nella serata dello scorso sabato 8 settembre a Borgo San Giacomo in provincia di Brescia. Le manette sono scattate ai polsi di A. Y., 36enne cittadino marocchino. L’arresto è avvenuto nel paese bresciano dove risiedeva, ma l’uomo era considerato un rifornitore del mercato cremonese.
Un servizio di pedinamento iniziato in città ha portato i carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Viale Trento Trieste, guidati dal capitano Rocco Truda, a seguire il 36ennel’uomo fin sotto la propria abitazione. E’ quindi scattata la perquisizione durante la quale, da uno scatola di cartone situata nel ripostiglio, sono spuntati 500 grammi di “neve”, oltre ad un bilancino di precisione, 520 euro in contati (provento di spaccio) e ben 5 telefoni cellulari. Il valore della merce sequestrata si aggira sui 50mila euro.
Per il 36enne è quindi scattato l’arresto ed il trasporto nelle camere di sicurezza della caserma Santa Lucia, dove è trattenuto in attesa della direttissima, come disposto dalla procura di Brescia (competente per il territorio).

di Michele Scolari

Segnala questo articolo su