Violentata in riva a Po dall’ex fidanzato

+ 30
+ 24


In manette un romeno di 22 anni: non si rassegnava alla fine della relazione. Il tragico epilogo di una storia d’amore fatta di paura, violenza e soprusi.

La pedinava, la picchiava, l’aspettava sotto casa dopo il lavoro. Non si era rassegnato A. P. B., 22enne cittadino romeno, al fatto che la fidanzata, una connazionale di quattro anni più grande, avesse troncato il loro rapporto. Finché, nella mattinata di lunedì, ha architettato l’epilogo più tragico per la loro travagliata storia d’amore: l’ha attesa fuori dal lavoro, l’ha caricata a forza in macchina e l’ha brutalmente violentata.
I due avevano avuto una relazione durata un paio d’anni: una storia fatta di violenze, soprusi, vissuta dalla giovane in un clima di costante paura che l’aveva costretta dapprima a troncare il rapporto, poi a prendere provvedimenti presso le forze dell’ordine. Tra aprile, marzo e maggio erano tre le denunce che la giovane aveva sporto nei confronti del suo ex boyfriend, tuttavia senza ottenere alcun provvedimento restrittivo nei suoi confronti. Dalla denuncia di maggio, risulterebbe che la ragazza era già stata vittima di violenza da parte del 22enne.

- I PARTICOLARI SULL’EDIZIONE DE “IL PICCOLO” DI MERCOLEDI’ 12 SETTEMBRE


 

Segnala questo articolo su