Sanatoria per i lavoratori extracomunitari irregolari

+ 27
+ 31


I datori di lavoro hanno tempo fino al 15 ottobre per presentare la dichiarazione per il 2012.
Dal 15 settembre al 15 ottobre è possibile presentare la dichiarazione per emersione del lavoro di extracomunitari via Internet, allo Sportello unico per l’immigrazione o presso gli uffici del Patronato. La dichiarazione di emersione può essere presentata dai datori di lavoro italiani, comunitari, extracomunitari (solo se in possesso di un permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo ovvero del permesso di soggiorno per familiare di cittadino Ue oppure del permesso di soggiorno permanente per familiare di cittadino Ue), che, al 9 agosto 2012 occupano irregolarmente alle proprie dipendenze da almeno tre mesi, (ovvero almeno dal 9 maggio 2012) e continuano ad occuparli alla data di presentazione della dichiarazione di emersione, lavoratori stranieri irregolarmente presenti in Italia. La dichiarazione può essere presentata previo pagamento, da parte del datore di lavoro e prima della presentazione dell’istanza, di un contributo forfettario di 1.000 euro per ciascun lavoratore, non deducibile ai fini Irpef. A tale importo si deve aggiungere quello necessario per regolarizzare le somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale pari ad almeno sei mesi. Nel caso di rapporti di lavoro instaurati da più di sei mesi si dovranno regolarizzare le somme dovute per l’intero periodo. In aggiunta alle suddette somme (contributo forfettario, retribuzione, contributi ed imposte) sono dovuti i normali oneri a carico del richiedente in relazione alla richiesta del permesso di soggiorno. IL Caf della Cisl, l’Anolf e il patronato Inas sono a disposizione per dare assistenza e consulenza nella presentazione delle dichiarazioni di emersione e per la regolarizzazione della tua colf.

Segnala questo articolo su