Vanoli, importanti segnali di crescita

+ 26
+ 15


Il caloroso applauso del numeroso pubblico presente martedì sera al PalaRadi, al termine dell’amichevole con la Fulgor Libertas Forlì, finita 82-67 per i binacoblu, è già un indice di gradimento rassicurante per tutti. C’era tanta curiosità tra gli appassionati che volevano vedere da vicino i nuovi beniamini che stanno preparando il quarto campionato consecutivo in serie A, tra allenamenti ed amichevoli a tutto spiano, così da richiamarne parecchi a raccolta per la prima occasione di esame, sia pur parziale e da approfondire nel divenire prossimo e futuro. Complessivamente gli uomini di Caja, individualmente hanno meritato un’ampia sufficienza, mentre di squadra dovranno lavorare ancora e ciò non costituisce un problema, perchè il tempo non manca. Se vogliamo vedere i difetti più marcati, ci dobbiamo riferire all’attacco con troppo tempo “a palla ferma”, con i biancoblu non sempre puntuali nei ribaltamenti e con qualche taglio o blocco eseguito con anticipo o ritardo. Mali passeggeri, poiché con due giocatori, i finlandesi Huff e Kotti, arrivati da due giorni ed uno, Vitali, con un solo allenamento in carniere, non si poteva certo pretendere la perfezione. La Vanoli è, al contrario, piaciuta molto in difesa per aggressività e determinazione anche a rimbalzo, nonché perché ha già acquisito notevole mentalità di gruppo sulle situazioni di sottonumero.
Se dobbiamo parlare dei singoli, abbiamo apprezzato la precisione di Jackson, almeno per 20’, la pericolosità di Harris, la determinazzione di Huff e Kotti, l’ordine tattico di Ruini, la velocità di Johnson, la potenza di Stipanovic, i lampi di genio di Vitali, la concretezza del “Cazza” e la generosità di Andrea Conti. L’avversario non era certo estremamente impegnativo, mancando tra l’altro del centro titolare Todic (ma con un Bo Spencer di grande pericolosità) e anche se milita in Legadue, ha tenuto bene il campo pur impiegando la “linea verde”. Ora la Vanoli, dopo il torneo in Sardegna (oggi a Sassari alle 18.15 contro gli ucraini del Dnipro e domani le finali), sarà di nuovo mercoledì al PalaRadi per incontrare in amichevole gli svizzeri del Vacallo. Nell’occasione auspichiamo di vedere miglioramenti, dove se ne è evidenziata la necessità. Comunque sarà un altro passo importante in vista del via al campionato previsto per sabato 29 settembre alle 16.10 (forse però posticipato a domenica), quando a Ca’ de’ Somenzi la Vanoli ospiterà la Virtus Bologna.
Intanto, giovedì la società ha presentato alla stampa i Fabio Ruini, che ha affermato: «Sono molto grato a coach Caja che mi ha voluto in questa squadra e per i consigli che mi stà dando giorno dopo giorno, spero di poter diventare un giocatore di serie A e sono convinto che la nostra squadra se la potrà giocare con tutti; sia io che i miei compagni abbiamo grandi motivazioni».

SERIE A2 Buona prestazione della Tec-Mar Crema, che nonostante le as-senze pesanti di Picotti e Caccialanza, ha giocato 40’ di grande intensità contro la forte Virtus La Spezia, vittoriosa nel finale di un solo punto (63-64).

Segnala questo articolo su