Cremona - Scritte sui muri, via libera all’accordo con gli Alpini

+ 23
+ 21


La Giunta ha approvato la proposta per la salvaguardia del decoro cittadino
Nonostante azioni preventive di vigilanza e di contrasto messe in atto dall’Amministrazione comunale, alcune zone della città sono fatte oggetto di danneggiamenti al patrimonio pubblico e privato, in particolare tramite l’indebita apposizione di scritte e disegni su edifici e componenti di arredo urbano. E’ convinzione dell’Amministrazione che tali comportamenti, lesivi del decoro e della qualità urbana, nonché limitativi della piena fruibilità dei beni e degli spazi, possono essere utilmente contrastati anche attraverso un’efficace azione educativa tesa ad evidenziare, da parte di cittadini singoli od associati, una particolare sensibilità verso il bene comune, la qualità della vita collettiva e il recupero dell’orientamento alla civile convivenza. L’Associazione Italiana Alpini – sezione di Cremona (iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato) ha manifestato l’intenzione di attivare, attraverso l’opera di propri aderenti e volontari, interventi di tinteggiatura e piccola manutenzione tesi a ripristinare le condizioni di decoro urbano in alcune zone colpite da episodi di vandalismo.

L’Amministrazione comunale ha deciso di dare pieno sostegno a tale iniziativa, sia per la valenza oggettiva dell’iniziativa in termini di recupero e ripristino degli immobili, sia per il valore educativo e simbolico connesso alla matrice volontaristica dell’operazione. Da qui la sottoscrizione di uno specifico accordo il cui testo, sottoposto alla Giunta dal sindaco Oreste Perri, è stato approvato all'unanimità e che sarà sottoscritto in forma ufficiale la prossima settimana. In aggiunta, verranno installate due ulteriori telecamere nello spiazzo di piazza Zaccaria, di fronte all'ingresso sud del transetto. Questo per impedire che la zona (oltretutto ad alto valore artistico) possa essere oggetto di altri attid i vandalismo.

Segnala questo articolo su