TiBre, ambientalisti sul piede di guerra

+ 36
+ 30


Dopo l’intervento di Massimo Araldi, la reazione dei comitati contro le autostrade
I comitati contro le autostrade Cr-Mn e Ti-Bre, come atteso, non hanno tardato a far sentire la loro voce dopo l’intervento di Massimo Araldi, di cui abbiamo riferito sul numero di sabato, il quale si è detto fiducioso nel buon esito in tempi non lunghi del progetto. In particolare l’attacco dei contrari è rivolto alla speranza di Auto- Cisa di accedere al credito di imposta, definito come “aiuto di Stato” da bocciare sia da un punto di vista formale (contrario ai dettami dell’Unione Europea) sia sostanziale. “La norma sul credito d'imposta – afferma il portavoce Cesare Vacchelli - ripresa dall'attuale governo nel recente “decreto sviluppo" rappresenta un grandissimo favore ai costruttori di autostrade. Questa disposizione, su cui fa molto affidamento anche Autocisa per realizzare il Ti-Bre, prevede infatti che: chi costruisce un’infrastruttura avrà diritto a un credito d’imposta fino al 50 per cento del valore dell’opera (cioè il contribuente pagherà fino al 50 per cento del valore dell’opera) se sarà dimostrata “la non sostenibilità del piano economico finanziario”. e se non bastasse, interverrebbe un “contributo pubblico a fondo perduto”. Questo significa che, in nome della ripresa economica ed in assenza di un piano nazionale dei trasporti, tutte le inutili autostrade previste (per ora solo sulla carta per mancanza di finanziamento), tra cui il Ti-Bre e la Cr-Mn per restare nel nostro territorio, potrebbero, ora, essere realizzate. Ma siamo sicuri – prosegue Vacchelli - che questa legge non si configuri come un plateale aiuto di stato e come tale in contrasto con le norme europee sul libero mercato e sulla concorrenza?”. “Stoppare questa pericolosissima norma – conclude Vacchelli - voluta dal partito del cemento e subito assecondata dai ministri Passera, Ciaccia & C., significa difendere in modo concreto il territorio ed il paesaggio. Per questo come coordinamento dei comitati contro le autostrade Cr-Mn e Ti- Bre organizzeremo a breve un incontro, per approfondire l'argomento e per dare avvio alle necessarie azioni conseguenti”.

Segnala questo articolo su