La Vanoli va nella Marche per il bis

+ 20
+ 17


Non scopriamo certo noi oggi che per produrre basket vincente ed anche spettacolare servono tanti fattori, su tutti, a livello di squadra, intensità e concentrazione. La Vanoli si è affidata a questo credo al meglio nella prima vittoria in campionato, domenica scorsa al PalaRadi, quando ha sconfitto 94-83 la Sidis Avellino. Indubbiamente una bella gara ed un passo in avanti di notevole importanza per l’economia della stagione. L’intensità ha permesso di avere un saldo largamente positivo nella voce palle perse-palle recuperate, nonché ha consentito di conquistare ben 21 rimbalzi offensivi contro 10 e tentare 71 tiri contro i 52 degli ospiti. Abbiamo voluto dare questi pochi numeri per evidenziare la sostanziale differenza delle due facce della medaglia, quella vincente e quella degli sconfitti. Completiamo dicendo che pur tirando con percentuali peggiori, gli uomini di Caja hanno controllato l’avversario con discreta facilità Da segnalare tra i biancoblu la prova efficacissima di Harris, non solo per i 30 punti segnati, l’entrare finalmente nel vivo del gioco di Vitali e l’eccellente prestazione di Kotti e Stipanovic sotto i tabelloni. Bene anche Johnson, Jackson ed Huff. Avellino è una buona squadra, che aspira ad un posto nella medio-alta classifica ed aver fatto punti con tale avversario può avere peso sulle risultanze di fine stagione. Ora è prevista una gara ostica in trasferta ad Ancona, campo di gara della Sutor Montegranaro. Un match difficile, ma tra quelli abbordabili anche se in trasferta e chissà che sulle ali dell’entusiasmo dopo la prima vittoria, Conti e compagni sappiano fornire un’altra prova di squadra di grande spessore, poiché per far punti lontano dal PalaRadi occorrono tutte le componenti di cui si diceva all’inizio. La Sutor, che ha in panchina uno tra i coach più esperti e con un curriculum di assoluto prestigio quale è Carlo Recalcati, si affida nel quintetto base solitamente al play statutinense Steele, alle ali sempre americane Burns e Slay, al centro Mazzola ed alla guardia, nostra vecchia conoscenza, Daniele Cinciarini. Tra i sostituti troviamo giocatori di buon livello come il play Di Bella, la guardia Johnson ed Andrews. La Sutor complessivamente, a nostro avviso, vale quanto la Vanoli e saranno voglia, determinazione, concretezza, insieme con le immancabili intensità e concentrazione a determinare il verdetto. La tifoseria si è mobilitata per seguire la squadra in pullman e quindi non mancherà il sostegno dei più caldi tra gli appassionati, che dopo la vittoria su Avellino stanno aumentando di numero e “volume di decibel” per i prossimi appuntamenti di grande richiamo.

di Giovanni Zagni


5ª GIORNATA: Avellino-Bologna, Biella-Siena, Brindisi-Venezia, Milano-Reggio Emilia, Montegranaro-Cremona, Pesaro-Sassari, Roma-Caserta, Varese-Cantù.

CLASSIFICA: Varese, Sassari 8; Cantù, Siena, Bologna 6; Milano, Roma, Pesaro, Caserta 4; Brindisi, Montegranaro, Venezia, Reggio Emilia, Cremona, Biella, Avellino 2.

Segnala questo articolo su