Cremo, Scienza sfida il suo passato

+ 25
+ 14


Un derby per risorgere e dare conferme. La sfida di lunedì sera allo “Zini” (ore 20.45) con la Reggiana (la cui tifoseria è gemellata con quella grigiorossa), è un altro banco di prova importante della gestione Scienza e della nuova Cremonese. La bella prova di Chiavari deve avere un importante seguito e l’occasione è propizia per tornare a gioire davanti alla Sud. Una bella vittoria in casa e in diretta tv (su Rai Sport 1) porterebbe morale e la giusta dose di punti per sbloccare definitivamente una situazione che rimane comunque complicata in termini di classifica e ambiente. Probabile la conferma della difesa a tre e delle scelte fatte domenica scorsa a Chiavari, Degeri compreso.
PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Alfonso; Sales, Cremonesi, Tedeschi; Martinez, Fietta, Degeri, Buchel, Armenise; Le Noci, Marotta.

GRANDE EX Sfida particolare per Giuseppe Scienza, che da giocatore ha militato nella Reggiana per tre stagioni (due in serie A e una tra i cadetti dal 1991 al 1994), collezionando 142 presenze e 17 gol. Ma lunedì sera non ci sarà spazio per i ricordi, perché i punti in palio sono troppo importanti per una Cremo in cerca di rilancio.

LE ALTRE PARTITE Con la Cremonese spettatrice interessata, domani la capolista e dominatrice del campionato, il Lecce, chiede strada al pericoloso Lumezzane, mentre il quotato Carpi è impegnato a San Marino. Il match più interessante si gioca forse a Portogruaro, dove i veneti ospitano il Trapani, una delle formazioni più quotate del girone, che stenta però a decollare, dopo la delusione per la promozione gettata al vento nella passata stagione.

LUTTO Il cavalier Giovanni Arvedi, il presidente, il consiglio di amministrazione con tutta la dirigenza, gli atleti e i tecnici della prima squadra e del settore giovanile e tutti i dipendenti dell’Us Cremonese partecipano al dolore della famiglia Farina per la perdita del Emiliano, calciatore grigiorosso nelle stagioni 1949-50 e 1950-51 e che in carriera ha indossato anche la maglia del Milan.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su