Vettel, bravo e fortunato nel limitare i danni

+ 17
+ 17


Molto bravo e fortunato. Ecco le qualità che hanno permesso a Sebastian Vettel di rimontare dall’ultima fila sino al terzo posto nel Gp di Abu Dhabi. Una cavalcata strepitosa, a conferma del talento e dei nervi d’acciaio del tedesco, favorito però per ben due volte dalla safety car, che in altrettante occasioni gli ha permesso di azzerare un distacco francamente incolmabile. Come nella vita, anche nello sport la fortuna è una componente importante delle vittorie e stavolta la buona sorte ha premiato il coraggio del pilota della Red Bull, che ha così limitato a 3 punti la sconfitta nei confronti di Alonso, bravo a giungere secondo, ma non abbastanza per superare un indomito Räikkönen, tornato al successo dopo il suo ritorno in Formula 1. «Sicuramente crediamo nel titolo, quello è il nostro obiettivo», ha ribadito con fermezza Vettel. «Continueremo a lottare e a combattere per il titolo», gli ha risposto Alonso, che nelle ultime due gare del mondiale, a Austin e a San Paolo, cercherà di ribaltare la situazione. Sicuramente Vettel è favorito, grazie anche ad una vettura superiore, ma quanto è accaduto ad Abu Dhabi dimostra che in Formula 1 nulla è scontato e la Ferrari lo sa bene.

dalla redazione

Segnala questo articolo su