Basket A2: la Tec-Mar doma Cagliari. Assi ko

+ 15
+ 19


Occasione sprecata dall’Assi Manzi, ko anche contro il quotato Marghera. Le biancorosse hanno, infatti, condotto la gara per 39 minuti, regalando letteralmente il match alle avversarie a 40” dalla fine. Dopo i segnali positivi visti nelle ultime due partite, tanta è la delusione in casa Assi, sopratutto perché quella vista sabato è stata di certo la miglior prestazione da inizio stagione: squadra compatta che ha giocato con aggressività, imponendo il proprio ritmo e trovando buone soluzioni offensive contro le zone miste di coach Iurlaro. Purtroppo, come detto sul 49-45 a 43” dalla fine, tre rimesse biancorosse si sono trasformate in altrettante palle perse, con Innocenti che ha messo a segno il canestro del 50-52 a 15” dalla fine. Savelli, ancora su palla persa, ha poi subito fallo e ha chiuso la gara dalla lunetta (50-54), con le cremonesi che sono escite dal campo tra lo sconforto generale. Sorride, invece, la Tec-Mar Crema che si è sbarazzata agevolmente del fanalino di coda Virtus Cagliari con un netto 75-61. Un passivo che avrebbe potuto essere ancor più pesante per la squadra sarda, se le cremasche fossero state più precise nelle conclusioni, anche se complessivamente hanno giocato una buona gara, trascinate da Losi (23 punti), Picotti (15 punti e 10 rimbalzi), Capoferri (13) e Caccialanza (11).
CLASSIFICA (6ª giornata): San Martino di Lupari 12; Venezia, Milano 10; Tec-Mar Crema, Marghera 8; Alghero, Udine, San Salvatore, Muggia 6; Valmadrera, Broni 4; Assi Manzi Cremona, Biassono 2, Virtus Cagliari 0.

Segnala questo articolo su