Icos, contro Bologna è vietato sbagliare

+ 23
+ 15


Archiviata la sconfitta (3-0) di Busto Arsizio, dove dopo un inizio altalenante, le violarosa sono riuscite a mettere in difficoltà la formazione di Carlo Parisi, giocando alla pari fino agli ultimi punti di ogni set, l’Icos Crema vuole tornare al successo domani alle 18 al PalaBertoni contro il fanalino di coda Bologna. Tornando al match di Busto, un pizzico di lucidità e di determinazione nei momenti chiave del match, avrebbero cambiato l’esito della gara. «Nei momenti difficili  - ha rivelato Tereza Rossi - abbiamo commesso troppi errori, sono quelli che hanno inciso sul risultato. Sul finale di set dobbiamo essere più incisive, loro hanno avuto la capacità di mantenere la mente lucida e hanno vinto. Mi aspettavo di più, la gara l’avevamo preparata molto bene». Ma è lo scotto che deve pagare una neopromossa, che comunque ha tutte le carte in regola per centrare la salvezza e che contro Bologna è in grado di conquistare altri punti importanti.

Intanto, nei giorni scorsi, la società ha annunciato il nuovo assistant scoutman Giuseppe Crespiatico, conosciuto da tutti nel mondo del volley come “Giumbi”. Nato il 16 agosto 1970, dopo aver conseguito la laurea in Scienze dell’informazione, lavora da sempre nel campo informatico. Tanta esperienza per lui nella pallavolo cremasca: oltre ad essere stato un buon giocatore nelle file del Bagnolo Cremasco, all’età 18 anni ha iniziato la carriera da allenatore, sia in campo maschile che femminile. Abbandonato il volley giocato, si è dedicato anche all’impegno di dirigente sportivo.
Come vedi questa tua nuova avventura in un campionato di serie A?
«Innanzi tutto ringrazio mister Leo Barbieri per avermi convinto a seguire lui e il suo staff in questa avventura affascinante; inoltre, sono consapevole che sarà un anno impegnativo, ma tutti i sacrifici che faremo saranno ricompensati dai risultati che raggiungeremo tutti insieme. Il mio ruolo? Sono qui soprattutto per dare man forte allo scoutman Davide Tomasini, ma anche all’intero staff tecnico nell’analisi degli aspetti tecnico-tattici delle squadre che incontreremo in questo campionato. La mia esperienza in campo informatico mi può aiutare in questi compiti, ma se dovesse servire una mano su altri fronti sono pronto, non mi tiro indietro».

dalla redazione

Segnala questo articolo su