Prefettura: «Crema sicura»

+ 34
+ 35


Lo dicono i dati presentati al sindaco. Stipulato un «Patto per la sicurezza»
Nel corso della riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi in prefettura, con la partecipazione del sindaco di Crema e di alcuni consiglieri comunali, è stato esaminato l’andamento dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio cremasco, alla luce dei recenti episodi delittuosi che hanno destato apprensione nell’opinione pubblica. Al riguardo, i partecipanti hanno evidenziato, anche attraverso l’esame dei dati messi a disposizione dalla Prefettura, che nel comune di Crema non sussistono particolari situazioni di ordine e sicurezza pubblica, atteso che, peraltro, l’andamento dei reati perpetrati registra un miglioramento rispetto agli anni precedenti. Per quanto attiene ai recenti episodi, riportati dalla stampa, le forze di polizia hanno assicurato che si tratta di casi isolati e che la situazione dell’ordine e della sicurezza nell’ambito del territorio cremasco è attentamente seguita, anche mediante la predisposizione di mirati servizi interforze e, in genere, di attività a carattere preventivo e repressivo. Il prefetto, nell’evidenziare l’importanza sia della costante azione di vigilanza e di controllo del territorio, ha assicurato, comunque, il potenziamento di una specifica opera di vigilanza e di controllo, da parte delle forze dell’ordine, d’intesa con le polizie locali.

Nel contempo ha preannunciato, d’intesa con il sindaco di Crema, l’intenzione di stipulare un «Patto per la Sicurezza», con l’obiettivo di incidere ulteriormente sul contrasto di quei fenomeni in grado di suscitare sensazioni di insicurezza nei cittadini, come i reati predatori, il consumo e lo spaccio di droga, gli atti di vandalismo, anche grafico. Dopo l’incontro in Prefettura, Matteo Piloni, presidente del consiglio comunale, ha avvertito i consiglieri comunali dell’avvenuto incontro con il prefetto: «All’incontro, oltre a me ed al sindaco, hanno partecipato anche i consiglieri comunali Lottaroli e Gramignoli. L’occasione è stata utile per avere una panoramica reale della situazione sulla nostra città, supportata dai dati. Oltre al Prefetto, all’incontro erano presenti: il questore, il comandante dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, il Corpo Forestale, la polizia provinciale. Tutti gli interventi hanno sottolineato come nella nostra città, dati alla mano, non esiste alcun problema legato alla sicurezza. Vi è stata la richiesta di trovare forme di collaborazione per cercare di evitare allarmismi mediatici che rischiano di aumentare la percezione di un problema che non emerge. L’attenzione è massima, ma non esistono problematiche da segnalare, tant’è che gli ultimi episodi si sono tutti conclusi con l’arresto o l’individuazione dei colpevoli».

Segnala questo articolo su