Cremo, sarà un venerdì di fuoco

+ 21
+ 21


Dopo una settimana di riposo, la Cremonese scalda i motori in vista di un derby tutto da vivere. Venerdì sera, infatti, l’anticipo allo “Zini” con il Pavia è un altro banco di prova fondamentale. Una gara difficile, nella quale i girigiorossi saranno chiamati a giocarsi tutte le carte per mantenere da un lato l’imbattibilità casalinga e dall’altro per ottenere quei tre punti che ora mancano da troppo tempo. Non si è perso, vero, ma si è vinto davvero poco ed ora serve far vedere che si è più freschi. Mister Scienza ed i suoi hanno, infatti, avuto tempo per rifiatare e recuperare qualche pezzo importante, primo fra tutti il gioiellino Buchel (al rientro dopo il turno di squalifica), ma anche Baiocco e Moi. Tutti e tre dovrebbero far parte dell’undici titolare, che potrebbe essere schierato secondo un 3-5-2 più coperto con due punte in avanti, dove Bonvissuto potrebbe essere il maggiore indiziato ad affiancare Marotta in sostituzione di Beppe Le Noci, ancora fermo ai box. L’alternativa sarà lo sgusciante Carlini, forse più adatto a cambiare i ritmi a partita in corsa. In panchina, Scienza dovrebbe portare anche il rientrante Djuric, finalmente sulla via del ritorno, mentre non sarà invece della gara Simone Sales, squalificato. Da verificare le presenza e lo stato fisico di Lorenzo Degeri, che potrebbe essere sacrificato dall’undici titolare alla luce degli impegni con la rappresentativa giovanile di categoria in Russia nell’International Challenge Trophy.
Sul versante avversario il grande atteso sarà soprattutto mister Giorgio Roselli, tecnico che nessuno ha dimenticato in città dopo la doppia promozione ai tempi di Rispoli e Prisciandaro (dalla C2 alla serie B) e che dopo un lungo anonimato, a Pavia sta ritrovando soddisfazioni. La formazione biancoblù, non a caso, è reduce da un confortante pareggio interno con il Lecce “ammazzacampionato” che sembra aver galvanizzato tutto l’ambiente pavese, sebbene a livello di formazione ci saranno parecchie defezioni (assenti sicuri Ferrini, Redaelli, Scarpini e Pompilio) e la squadra avrà nelle gambe ancora le fatiche del big match di domenica scorsa (o almeno lo sperano in casa grigiorossa.

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Alfonso; Tedeschi, Moi, Cremonesi; Cangi, Baiocco, Pre-vitali, Buchel, Armenise; Marotta, Bonvissuto. All.: Beppe Scienza.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su