L’anticonformismo di Maria Cassi sul palco a Casalmaggiore

+ 24
+ 19


Stasera alle ore 21, al Teatro Comunale di Casalmaggiore, Crt Artificio, Change Performng Arts, Teatro del Sale e Red Shoes Productions portano in scena “My life with men… and other animals”. Lo spettacolo è un esilarante corso intensivo sulla seduzione, l’amore, la morte e… l’olio d’oliva. A far da mattatrice sulla scena la dirompente Maria Cassi, attrice di formazione classica con una lunga esperienza di ricerca nel teatro comico e musicale, paragonata dalla stampa internazionale a Charlie Chaplin, Jerry Lewis e Jacques Tati, qui non solo interprete ma anche autrice del testo, scritto a quattro mani con Patrick Pacheco, giornalista e biografo pluripremiato, collaboratore di testate quali il New York Times, il Los Angeles Times e il Wall Street Journal, nonché autore di teatro e cinema.  In questo spettacolo semi-autobiografico, Maria Cassi pone una domanda provocatoria: quali regole seguiamo? Chi decide quali debbono essere? Maria è una ribelle che impara a vivere secondo le regole, me regole dettate da lei stessa e dal suo anticonformismo. Con la sua espressività, il suo innato senso del ridicolo e la sua voce appassionata, la carismatica artista traccia il suo sensuale percorso dalla ribellione alla libertà, alla vera liberazione. Strambi incontri con una madre repressiva, un fidanzato fedifrago, un americano pazzoide, uno chef-filosofo volubile ed una cara amica che, come lei, è una credulona in amore, la proiettano verso una meritata saggezza. Lo spettacolo ribalta con umorismo la concezione che gli americani hanno della femminilità italiana, tracciando il ritratto di una donna coraggiosa ed autoironica che parte da Fiesole alla conquista di New York. Ma l’incontro che cambia la sua vita, l’aspetta proprio dietro l’angolo. Peter Schneider (Tony Award per il musical The Lion King e responsabile per la Disney di successi quali Chi ha incastrato Roger Rabbit, la Sirenetta e La bella e la bestia), alla sua prima regia italiana, costruisce un “one woman show” intorno allo straordinario talento mimico e alla vocalità espressiva di Maria che, con disinvoltura, passa dall’italiano all’inglese, dalla recitazione al canto, regalandoci il ritratto di una donna autentica, capace d’incantare il pubblico nazionale ed internazionale.

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su