Basket A2: per l’Assi altro turno amaro. Nulla da fare per Crema

+ 21
+ 15


Ancora una sconfitta interna contro il Muggia per l’Assi Manzi. Non è bastata una buona prova alle ragazze di Anilonti, per portare a casa finalmente due punti tanto sperati per chiudere la serie di sconfitte e dare morale alla squadra. L’inesperienza nella categoria e l’assenza di Giulia Bona hanno sicuramente pesato sul match. Le biancorosse partono subito aggressive in difesa e grazie ad una buona circolazione di palla in attacco, si portano sul 8-2 al 3’. Muggia reagisce e grazie a Borroni e Lijubenovic, aggancia e sorpassa una Manzi trascinata in attacco dalla Maffenini (17-21). L’equilibrio continua anche nel secondo periodo, Maffenini e Smaldone guidano l’attacco, ma Borroni punisce dalla media distanza. Al termine della seconda frazione di gioco il divario rimane pressoché inalterato (27-31). Cecilia Zagni e Brusadin (bomba del 33-35) provano a caricare la compagn,e ma è sempre Borroni il pericolo principale e il cambio di difesa delle ospiti mette in difficoltà Cremona, che chiude a -8 il terzo quarto (42-50). La Manzi prova a rientrare negli ultimi dieci minuti, mettendoci grinta e cuore ma senza riuscire a concretizzare la rimonta. Il match si chiude sul 59-63, con qualche rimpianto per le cremonesi. Nulla da fare, invece, per la Tec-Mar Crema, contro la capolista San Martino di Lupari (62-77). Anche alla Cremonesi, contro una squadra fin qui protagonista di un ottimo torneo, la formazione di Abignente ha ottenuto un’affermazione autoritaria, la numero otto in altrettante partite.

CLASSIFICA (8ª giornata): San Martino di Lupari 16; Milano, Venezia 14; Marghera 12; Tec-Mar Crema 10; Muggia, Alghero, Broni Udine 8; San Salvatore 6; Valmadrera 4; Assi Manzi Cremona, Biassono 2, Virtus Cagliari 0.

Segnala questo articolo su