La Cremo sfida le paure del Lecce

+ 15
+ 10


Inizio a spron battuto per la nuova Cremonese targata 2013.In attesa dell’ennesima rivoluzione in rosa che arriverà con il mercato di gennaio, la formazione grigiorossa è pronta a tornare in campo per il big match con il Lecce. Un’occasione importante per gli uomini di Scienza, che davanti al pubblico dello “Zini”, criticone ma pur sempre amico, sfideranno un Lecce ricco di incognite. Quella che doveva essere la formazione “ammazzacampionato”, la nobile decaduta a causa del calcioscommesse, in realtà pare navigare in cattive acque sotto il profilo societario. Una situazione ingarbugliata, in stile Tesoro (la famiglia a capo del club salentino, già tristemente famosa nella vicenda legata alla Pro Patria), che potrebbe finire per compromettere le prestazioni sul campo del Lecce da qui alla fine del campionato. La Cremo, dal canto suo, potrebbe approfittarne, affidandosi anche ai rientri importanti di cui Scienza potrà disporre.
Mercato Salutati Riva e Musetti, se ne andrà anche Cangi che ha trovato un accordo con il Perugia, così come con tutta probabilità anche i vari Previtali, Armenise e Bonvissuto il cui futuro è lontano da via Persico. Tutte scelte rivelatesi poco opportune, quella di Bonvissuto in primis, che hanno finito solo per fare sperperare ancora un po’ di soldi ad Arvedi e di fronte ai quali ora occorre mettere delle pezze importanti. Il primo innesto di spessore è quello di Gaetano Caridi, 32 anni, ex bandiera del Mantova. Un giocatore che ha poco bisogno di presentazioni che, se in forma, potrebbe essere assolutamente in grado di far compiere il definitivo salto di qualità, giocando sia dietro le punte, sia come trequartista esterno. Se integro fisicamente e motivato a vendere cara la pelle come ai tempi del Mantova, Caridi potrebbe senza dubbio essere quel giocatore in grado di aiutare Scienza a cambiare gli schemi in corso d’opera, sapendo giocare ed insirirsi al meglio tra le linee di centrocampo e attacco. Il capitolo più delicato rimane ancora quello del portiere, vista l’assenza di Alfonso almeno fino a fine stagione per infortunio. Russo, Viotti, Tomasig, i nomi sono molti ma in questo senso la società potrebbe prendersi ancora un po’ di tempo per fare le opportune valutazioni. Noi ci auspichiamo che il vero nuovo acquisto possa essere quello di Milan Djuric, giocatore atteso e mai visto all’opera con continuità a causa di infortuni e squalifiche, che ora deve ripagare a suon di gol.
PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Grillo; Sales, Moi, Cremonesi, Visconti; Degeri, Buchel, Baiocco; Carlini; Djuric, Le Noci. All.: Scienza.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su