Crema - Sottopasso, quando sarà pronto? Nessuno lo sa

+ 30
+ 34


Sottopasso di via Indipendenza. Un’opera tribolata che sta dando non poco filo da torcere all’assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Bergamaschi. L’assessore sgombra subito il campo dai ogni dubbio: i costi non sono lievitati. «Il sottopasso ha un costo di 3.7 milioni e, ad oggi, non vi sono elementi che possano far pensare ad un aumento dei costi». Ma sono altre le polemiche che nei giorni scorsi hanno investito Bergamaschi. La stampa ha riportato l’intenzione, polemica, dell’assessore di non partecipare all’inaugurazione del manufatto. Il sottopasso è un’eredità scomoda. Anche Bergamaschi lo ammette e ironicamente sottolinea: «Sarò presente all’inaugurazione dell’opera, e se qualche esponente della passata amministrazione deciderà di presenziare e rivendicare presunti meriti, non impazzirò certo di gelosia. Lascio volentieri la paternità dell’opera, nel bene e nel male, a chi mi ha preceduto» Più che sulle polemiche, di cui si è già scritto, Bergamaschi è concentrato sugli intoppi che hanno portato lo slittamento della apertura del sottopasso. «I lavori hanno subìto un lieve rallentamento, a causa delle condizioni meteo che hanno costretto l’impresa a forzate battute d’arresto, sia a causa di neve e pioggia, sia per le basse temperature che rendono impossibili determinati interventi. Tuttavia i lavori stanno procedendo regolarmente, come ho avuto modo di constatare durante un sopralluogo con l’ingegnere Galli, dirigente dell’ufficio tecnico». L’assessore Bargamaschi fa sapere inoltre: «Ho manifestato all’impresa il mio desiderio di vedere l’opera ultimata entro il più breve tempo possibile, ma evitando categoricamente che la fretta porti a ultimare l’opera in malo modo». Insomma il sottopasso di via Indipendenza vedrà la luce. Ma non si sa quando.

di Michela Bettinelli Rossi

Segnala questo articolo su