Basket A2: Sardegna molto amara per Assi Manzi e Tec-Mar

+ 23
+ 21


Sconfitta amara (73-67) nella prima giornata di ritorno per l’Assi Manzi, che rientra dalla trasferta sarda di Selargius con molto rammarico per l’occasione persa. Pesa sulla sconfitta la deficitaria prestazione in difesa. «Abbiamo commesso troppi errori in difesa è l’amarezza di coach Anilonti a fine gara - la vittoria era sicuramente alla nostra portata, se solo avessimo applicato con attenzione e concentrazione quanto preparato. Invece abbiamo subito l’uno contro uno di Lussu e il tiro di Di Gregorio e Morselli. Le nostre giocatrici devono sapere contro chi stanno giocando, altrimenti saremo sempre incompiuti».
ASSI MANZI: Smaldone 11, Rizzi, Racchetti 6, Flauret, Conti ne, Brusadin 14, Maffenini 20, Scarsi, Zagni 11, Bona 5. All.: Anilonti.

Sardegna amara anche per la Tec-Mar Crema, battuta (81-75) sul parquet di Alghero dalla formazione di casa, che ha così ottenuto punti importanti in chiave playoff e si è presa la rivincita della sconfitta un po’ rocambolesca subìta all’andata. Un successo nel complesso meritato quello delle sarde, che hanno avuto il merito di giocare con grande determinazione per tutta la gara. Per le cremasche un incidente di percorso, che non intacca minimamente la buona stagione delle azzurre.
TEC-MAR CREMA: Conti 6, Biasini 6, Capoferri 6, Sforza, Caccialanza 15, Losi 23, Cerri, Gibertini 1, Rizzi 11, Picotti 7. All.: Giroldi.

CLASSIFICA (14ª giornata): Venezia 26; San Martino di Lupari 24; Milano 22; Tec-Mar Crema 20; Marghera 18; Udine 16; San Salvatore, Alghero 14; Broni 12; Muggia 10; Valmadrera 8; Assi Manzi Cremona 6; Virtus Cagliari 4; Biassono 2.

Segnala questo articolo su