La Cremo si affiderà ad Altinier

+ 10
+ 14


Ci risiamo. Cambiano i fattori, ma il risultato finale no. Il 2013 della Cremonese prosegue all’insegna della “pareggite” forzata. Un male che pare ormai cronico per la formazione di Scienza, che in casa dell’AlbinoLeffe non è riuscita a fare bottino pieno, anche complice il solito torto arbitrale. L’espulsione di Martina Rini a metà della ripresa, oltre ad essere un po’ troppo severa, ha influenzato ancora una volta la condotta tattica di Scienza e dei suoi. Le speranze che qualcosa possa cambiare, sebbene la quota playoff rimanga ancora alla portata (almeno per ora…) sono dunque affidate al mercato. Il nome nuovo è quello di Cristian Altinier (nella foto), altro ex mantovano, oltre che virgiliano di origine, classe ’83 in grado di giocare come seconda punta o attaccante esterno. Il “Duca” come lo chiamano i tifosi, arriverà all’ombra del Torrazzo dopo anni di corteggiamenti (Venturato in particolare lo richiese a più riprese) mai sfociati in trattative concrete, con la formula dello scambio di prestiti con Alessandro Marotta, il quale ha dato da giorni il proprio benestare a trasferirsi a Benevento. Al suo attivo, Altinier vanta anche 13 reti in B con il Portogruaro e pare che nelle ultime settimane sulle sue tracce si fossero già mossi club della cadetteria come Reggina, Grosseto e Ascoli. Quest’anno, tuttavia, non ha trovato molto spazio a Benevento, con la cui maglia ha comunque segnato sei reti in dieci gare disputate. Non sarà Prisciandaro, ma senza dubbio è uno che la palla la sa mettere dentro e in questo senso potrebbe risultare l’innesto finalmente vincente per la fase offensiva. In uscita rimane ancora tutto da definire il futuro di Bonvissuto (vicino alla Reggiana) e Previtali, entrambi ormai certi di lasciare Cremona senza dare luogo a particolari rimpianti da parte di nessuno, se non di chi li ha portati. Altinier, dunque, potrebbe già essere a disposizione per la gara di domenica prossima nella tana della Feralpi Salò. Un’altra sfida difficile, la seconda consecutiva lontano dallo Zini, in vista della quale fanno ben sperare i rientri di Moi e di Buchel.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su