Vanoli, una sconfitta con tanti rimpianti

+ 13
+ 10


Una volta si vince e un’altra si perde a fil di sirena, questo è il ba-sket. Ma se a Bologna i biancoblu hanno meritato ampiamente di portare a casa i due punti, la Juve Caserta ha espugnato il PalaRadi con un po’ di fortuna, che spesso le è stata vicina in questo campionato. Sì, perché al termine di un match molto equilibrato, a due secondi dalla fine Akindele ha siglato il canestro che poi è risultato decisivo. Ma nell’ultima e disperata azione, la Vanoli ha avuto la palla della vittoria, vanificata dalla schiacciata di Peric, che sulla sirena è stata “sputata” dal ferro. Peccato, perché con questo successo la squadra di Gresta avrebbe guadagnato altri due punti preziosi sull’ultima in classifica. «Abbiamo perso una grande occasione», ha detto il coach al termine del match. Per fortuna Biella ha perso ancora e resta a distanza di sicurezza dai biancoblu, che però non devono più farsi sfuggire occasioni propizie come quella di domenica scorsa. Nelle file della Vanoli buona la prova di Kotti (14 punti e 10 rimbalzi) e Johnson (7 assist), meno quella di Chase, che dopo essere stato decisivo a Bologna, ha dimostrato di essere ancora lontano dalla miglior condizione. Il nuovo americano della Vanoli , infatti, non ha siglato nemmeno un punto (0/1 da due e 0/3 da tre le sue percentuali). Dopo i rimpianti, è meglio pensare si da subito alla difficile sfida (ancora casalinga) contro l’Enel Brindisi, capace di battere la Montepaschi Siena. Un ottimo banco di prova per i biancoblu, che vogliono dimostrare di essere competitivi anche con la sorprendente matricola pugliese.

dalla redazione

Segnala questo articolo su