Furto di materiale edile: arrestati dai carabinieri

+ 25
+ 25


Tre persone arrestate nella notte per furto aggravato e refurtiva recuperata: è il bilancio dell’intervento condotto stanotte dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cremona congiuntamente ai colleghi del Nucleo Investigativo guidato dal maggiore Rosario Gemma. A finire in manette per furto aggravato in concorso sono stati G.M., 21enne residente a Cremona, A.P., 25enne di Castelvetro Piacentino e F.M., 45enne di Castel Mella (Brescia): tutti attualmente discoccupati e l’ultimo pregiudicato.

Era circa l’una quando i tre, forzando il portellone di un autocarro parcheggiato sulla Sp 418 (via Bergamo) hanno asportato numerosi attrezzi e materiale edile per un valore di circa 800 euro. Ma sono stati notati da una persona residente in zona che, rincasando, ha visto il trambusto ed ha avvisato immediatamente il 112.

Subito i militari sono sopraggiunti sul posto, con una rinnovata metodologia di azione che, ha spiegato il maggiore Gemma in sala stampa questa mattina, sta dando buoni frutti. Essa prevede l’impiego di pattuglie in borghese accanto ai colleghi in divisa, come nell’intervento condotto a Cappella Cantone la scorsa settimana (leggi l’articolo). Anche nel caso di questa notte, mentre i militari in divisa arrivavano sul posto a sirene spiegate, i colleghi in borghese si sono appostati a fari spenti nelle vie limitrofe al luogo del furto, riuscendo in breve ad intercettare e bloccare al Boschetto la Renalut Clio con a bordo i malviventi. In seguito a un breve controllo, sulla vettura è stato rinvenuto il materiale sottratto al camion, di proprietà di un artigiano edile. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario, mentre per i tre sono scattate le manette e il trasporto in caserma. Questa mattina, in direttissima, M.F. e A.P. hanno patteggiato 12 mesi e 300 euro, mentre G.M. (l’unico incensurato), ha patteggiato 8 mesi e 300 euro.

di Michele Scolari
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Segnala questo articolo su