Emergenza abitativa, Casapound: «I cittadini preferiscono i sottopassi o un tetto sulla testa?»

+ 19
+ 19



Pubblichiamo qui di seguito la proposta di Casapound Cremona riguardo l'annoso problema del Diritto alla Proprietà della Casa da parte di tutti i cittadini:

«Casapound Italia lotta da sempre contro l'emergenza abitativa in cui versano migliaia di italiani.
Anche a Cremona, su 549 domande presentate da famiglie bisognose per ottenere alloggi di edilizia residenziale pubblica, sono state accettate solo 46 domande. Questo significa che ci sono almeno 500 famiglie che rischiano di non avere un tetto sopra la testa.
Gli alloggi gestiti dall'Aler spesso sono indisponibili perchè bisognosi di ristrutturazioni e lavori, ma i fondi, notoriamente, scarseggiano.
Tuttavia in questi stessi giorni si sono trovati dei fondi per eliminare 7 passaggi a livello tra Cremona e Mantova, per un costo approssimativo di 13 milioni di euro. Denaro che avrebbe potuto essere speso meglio, tenendo presenti altre priorità.
In questo momento di grave crisi Casapound Italia vuole ribadire l'importanza del diritto alla Proprietà della casa. Continuiamo a sostenere che la nostra proposta del Mutuo Sociale sia l'unica possibile soluzione a questo grave problema.
Cos’è il mutuo sociale? E’ una proposta di legge che intende creare un ente che costruisca case e quartieri a misura d'uomo con soldi pubblici e che venda a prezzo di costo queste case a famiglie non proprietarie, con la formula, appunto, del ‘mutuo sociale’: ovvero una rata di mutuo senza interesse, non superante ad un quinto delle entrate della famiglia, una rata che viene bloccata in caso di disoccupazione, una rata che non passa attraverso le banche, ma da finanziamenti comunali, provinciali o regionali.
Sette minuti di treno in meno possono valere centosessanta case in più?»

Casapound Italia Cremona




Segnala questo articolo su