Foibe: Casapound Italia Cremona depone una corona al monumento ai caduti

+ 23
+ 26


Una corona di alloro dedicata “Ai martiri delle foibe”, seguita da un minuto di raccoglimento in una preghiera silenziosa. Così, oggi, nel “Giorno del Ricordo”, presso il Monumento ai caduti in guerra di Istria, Fiume e Dalmazia del Cimitero Maggiore, CasaPound Italia Cremona ha reso omaggio alle vittime delle violenze titine. I militanti del movimento, inoltre, hanno partecipato, in forma privata, anche alle commemorazioni istituzionali. Anche Cremona, dunque, è stata tra le circa cinquanta città in cui CasaPound Italia ha voluto dire “Io non scordo” con presidi, momenti di raccoglimento e convegni.

«Questa tragica pagina scritta con il sangue italiano - ha detto il responsabile cremonese di CasaPound Italia, Gianluca Galli - per troppi anni e per squallidi motivi di convenienza politica è stata taciuta dalla cosiddetta intellighenzia nostrana. Affinché il Giorno del Ricordo non diventi una vuota ricorrenza è quindi fondamentale che se ne parli, che si onori la memoria di chi è stato perseguitato per il solo fatto di essere italiano. Dimenticare significa essere complici; CasaPound Italia non scorda. Oggi, come allora - ha concluso Galli - ogni vero italiano, è anche dalmata e giuliano».

Segnala questo articolo su